Coronavirus, spesa per i senzatetto, Fondazione Tregua a fianco della Cri - QdS

Coronavirus, spesa per i senzatetto, Fondazione Tregua a fianco della Cri

Eloisa Bucolo

Coronavirus, spesa per i senzatetto, Fondazione Tregua a fianco della Cri

giovedì 09 Aprile 2020 - 00:00
Coronavirus, spesa per i senzatetto, Fondazione Tregua a fianco della Cri

La onlus ha donato prodotti per l’igiene personale in collaborazione con i supermercati Decò del Gruppo Arena. Raffaella Tregua: “è importante che l’emergenza economica non sia accompagnata da una crisi sociale”

CATANIA – In questo momento di emergenza, legata al virus Covid-19, tra gli interventi straordinari per sostenere le persone in difficoltà si è diffusa rapidamente in tutta Italia la “spesa solidale” che permette di aiutare i più bisognosi facendo loro pervenire prodotti di prima necessità. Le richieste di aiuto arrivano sia dagli Enti impegnati sul territorio nell’assistenza dei più poveri, ma anche da migliaia di famiglie in difficoltà che non riescono più a provvedere alla propria spesa alimentare.

“Sono illimitate le richieste che questa emergenza ci chiama ogni giorno a fronteggiare, mentre sono limitate le risorse economiche a nostra disposizione – dichiara il Presidente del Comitato Cri Catania, Stefano Principato. Nell’emergenza che stiamo vivendo, il Comitato di Catania sta offrendo al territorio nuove risposte – continua Stefano Principato. Stiamo coordinando la rete delle Associazioni con cui condividiamo l’obiettivo comune di dare risposta alle vulnerabilità emergenti e il nostro impegno è rivolto soprattutto a coloro che sono privi di una casa e di servizi essenziali”.

A sostegno della Croce Rossa, vicina ai più vulnerabili della Città, anche la Fondazione Euromediterranea Luigi Umberto Tregua Onlus che ha stanziato una somma per l’acquisto di una spesa solidale di prodotti destinati all’igiene personale dei senza tetto di Catania.

Grazie alla collaborazione con i supermercati Decò del gruppo Arena, la Fondazione Tregua ha così consegnato, nei giorni scorsi, i prodotti richiesti dalla Croce rossa, direttamente presso l’area “bagni e docce” allestita per i senza tetto di Catania nel plesso “Le Ciminiere”.

Il servizio è accessibile tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 13.00 e si articola in più fasi: dall’accoglienza, alla registrazione, all’assistenza igienico- sanitaria. Grazie all’attività dei volontari CRI, gli utenti vengono accolti e registrati con apposita modulistica, uno alla volta, per tutelare al contempo la privacy nella fruizione dei servizi ed evitare assembramenti che possono compromettere le norme igienico-sanitarie in corso per il contrasto della diffusione del coronavirus. Dopo aver misurato a ciascuno la temperatura, gli viene fornito il materiale occorrente per la doccia: flacone di sapone, asciugamani, ciabatte, carta igienica, vestiario pulito. Il servizio consente anche un monitoraggio dei soggetti interessati sotto il profilo sanitario, al fine di segnalare gli eventuali casi-limite all’ASP. La chiusura delle ore 13.00 è prevista per consentire alla ditta Pubbliservizi S.p.a. la quotidiana pulizia dei locali.

“In un momento di emergenza come quello attuale – commenta Raffaella Tregua, consigliere della Fondazione Tregua e promotrice dell’iniziativa – abbiamo voluto rivolgere il nostro impegno sociale verso la città di Catania garantendo un supporto concreto alla Croce Rossa nel fornire assistenza e sostegno ai senza fissa dimora. è importante – conclude Raffaella Tregua – che la crisi economica che stiamo vivendo non sia accompagnata da una crisi sociale. Dobbiamo sempre ricordare che altruismo e solidarietà possono contribuire a fare andare avanti una società civile”.

Nei punti Decò il carrello Sospeso

Tutti i cittadini possono nel loro piccolo contribuire alla spesa solidale e destinare una parte dei prodotti acquistati durante la spesa ai più bisognosi grazie all’iniziativa del “Carrello SOSpeso” lanciata dal Gruppo Arena in tutte le province con il contributo dei Comuni, Associazioni, Onlus, Caritas e Banco Alimentare.
Sul modello del “caffè sospeso” partenopeo, in tanti punti vendita del gruppo, ogni cliente potrà depositare alcuni prodotti in un carrello posto oltre le casse dei punti vendita, ritirato alla fine di ogni giorno dal personale delle associazioni no-profit locali per essere distribuito ai cittadini indigenti. Un aiuto che richiede un impegno minimo, ma che può essere utile per tanti!
L’invito è quello di riempire il carrello solidale con prodotti di prima necessità fondamentali per chi, in questo momento di emergenza, è esposto a sofferenza e privazioni. Da preferire i prodotti destinati all’igiene personale, bagnoschiuma, shampoo, detergenti, igienizzanti, e generi alimentari a lunga conservazione, quali latte, legumi, scatolame, pasta, zucchero, biscotti, farina, pelati e olio.
Attualmente il gruppo Arena ha avviato a Catania una collaborazione con la comunità di Sant’Egidio a cui sono destinati i prodotti raccolti in tutti i punti vendita della rete franchising e, mediante rete diretta, nei 7 punti vendita della città: Maxistore Decò di Corso Sicilia 50; Maxistore Decò di via Pola 37; Superstore Decò di via del Rotolo 44/46/48; Maxistore Decò di via G. Leopardi 88; Superstore Decò di via Carnazza 77; Superstore Decò di via Messina 625/627; Gourmet Decò di via G. D’Annunzio 119; Iperstore Decò di Via Acicastello 17.

Donazioni solidali incentivate con detrazioni e deduzioni fiscali

A sostenere la donazione solidale, arriva anche l’’Agenzia delle Entrate che con la circolare n. 8/E del 3 aprile 2020, offre chiarimenti sull’applicazione degli incentivi fiscali introdotti con il decreto legge n. 18 del 2020 e specifica che tali donazioni danno diritto a detrazioni del 30% della spesa fatta.

Al fine di incentivare le erogazioni liberali finalizzate a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, ai cittadini e agli enti del terzo settore, che nel 2020 effettueranno donazioni, spetterà una detrazione dell’imposta lorda ai fini dell’imposta sul reddito pari al 30% per un importo non superiore a 30.000 euro.

Per le imprese la donazione è deducibile dal reddito ed i beni, relativi all’attività di impresa, ceduti gratuitamente, non si considerano destinati a finalità estranee all’esercizio dell’impresa. Per cui, se un’impresa dovesse donare 30 mila euro dei propri prodotti, potrà dedurre per intero la cifra dal proprio imponibile.

Per poter usufruire delle detrazioni o deduzioni in fase di dichiarazione dei redditi sarà necessario poter dimostrare di aver effettuato donazioni a favore dello Stato, delle regioni, degli enti locali territoriali o di enti o istituzioni pubbliche, fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, impegnate nella gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684