Stop al bonus vacanze, quando e come utilizzare gli incentivi erogati - QdS

Stop al bonus vacanze, quando e come utilizzare gli incentivi erogati

Ivana Zimbone

Stop al bonus vacanze, quando e come utilizzare gli incentivi erogati

martedì 06 Luglio 2021 - 13:39

Nessuna riapertura dei termini per la richiesta del bonus vacanze. Ecco le scadenze e le regole per utilizzare l'incentivo già ricevuto.

Stop al bonus vacanze. Il Governo non riapre i termini per nuove domande, né proroga l’utilizzo per quelli già erogati. La notizia è riportata dal quotidiano Il Sole 24Ore.

A QUANTO AMMONTA L’INCENTIVO

Il bonus vacanze è stato introdotto nel mese di maggio 2020, con il decreto Rilancio. Prevede un contributo fino a 500 euro da utilizzare per soggiorni in alberghi, campeggni, villaggi turistici, agriturismi, b&b. Ma anche per i servizi offerti da agenzie di viaggi e tour operator in Italia.

Hanno potuto accedere alla misura le famiglie con Isee inferiore o pari a 40 mila euro. L’importo dell’incentivo è stato calcolato in funzione del numero dei componenti del nucleo familiare: 500 euro per le famiglie composte da tre o più persone; 300 euro da due persone;150 euro da una persona

COME UTILIZZARE IL BONUS VACANZE, LA SCADENZA

La misura del governo Conte bis per la ripresa del comparto turistico non sembra aver sortito gli effetti sperati. Dei bonus erogati ad oggi, 1.885.902, meno della metà è stata utilizzata dai benificiari. Per farlo ci sarà tempo fino al 31 dicembre 2021.

Il bonus vacanze è identificato da un codice univoco e da un QR code associato. Per usufruirne occorrerà accertarsi che la struttura interessata aderisca all’iniziativa, per poi comunicare il codice suddetto assieme al proprio codice fiscale al momento del pagamento.

L’incentivo può essere utilizzato da un singolo componente del nuclo familiare – anche diverso dal richiedente – ma in un’unica soluzione. E prevede uno sconto immediato dell’80% per i servizi scelti. Il restante 20% potrà essere scaricato come detrazione d’imposta nella dichiarazione dei redditi da parte del familiare a cui viene intestato il documento di spesa del soggiorno.

L’albergatore riceverà lo sconto applicato tramite credito d’imposta, cedibile anche a istituti di credito.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x