"Terza dose provoca l'Aids", spopola l'ultima fake news su Montagnier - QdS

“Terza dose provoca l’Aids”, spopola l’ultima fake news su Montagnier

web-la

“Terza dose provoca l’Aids”, spopola l’ultima fake news su Montagnier

Luigi Ansaloni  |
venerdì 04 Febbraio 2022 - 19:24

Arriva un altro capitolo dell'infinita saga sulle fake news, più o meno credibili (o incredibili) che riguardano il premio Nobel Luc Montagnier

Ci risiamo. Arriva un altro capitolo dell’infinita saga sulle fake news, più o meno credibili (o incredibili) che riguardano il premio Nobel Luc Montagnier.

Stavolta il pur controverso scienziato, pluriottantenne, avrebbe asserito che chi ha fatto la terza dose di vaccino potrebbe risultare positivo all’AIDS. Con tanto di foto, dati, studi, presunte pericolosissime varianti spuntata sull’HIV.

Ovviamente si tratta di una bufala, chi ha fatto la terza dose di vaccino può stare tranquillo: non risulterà positivo all’AIDS.

La terza dose

“Coloro che hanno fatto la terza dose dovrebbero andare in laboratorio a fare un test per l’AIDS. Il risultato potrebbe sorprendervi. Dopo di che fate causa al vostro Governo”. Queste le parole che avrebbe detto Montagnier e riportate in un messaggio che sta facendo il giro della rete. Come già accennato non è vero nulla. Il vaccino contro il Covid, a prescindere da quale avete fatto, non trasmette il virus dell’HIV

“I no vax salveranno il mondo”

«La salvezza dell’umanità e la fine di questa emergenza sarà nelle mani dei non vaccinati. Saranno i non vaccinati a salvare l’umanità». Lo aveva detto dal palco della manifestazione ‘no green pass’ di Milano Luc Montagnier.

I vaccini

«Sui vaccini c’è stato un enorme errore di strategia – ha aggiunto-: contrariamente a quanto è stato detto inizialmente, questi vaccini non proteggono assolutamente e sta venendo fuori piano piano. Lo stanno scoprendo gli scienziati e gli stessi malati che il vaccino non funziona e invece di proteggere può favorire altre infezioni. All’interno di questi vaccini è contenuta una proteina tossica».

La piazza, che nel frattempo ha visto accorrere molte più persone rispetto alle mille dei primi interventi, ha poi tributato un boato al novantenne professore quando ha sottolineato la pericolosità dei vaccini per i bambini. «Ci sono tanti morti e numerosi giovani sportivi hanno problemi cardiaci importanti per colpa di questi vaccini. È un crimine assoluto dare questi vaccini ai bambini. Chiedo ai miei colleghi medici di fermare le somministrazioni con questo tipo di vaccino. Ne va di mezzo il futuro dell’umanità» ha detto fra gli applausi e le grida ‘Montagnier’ della gente.

L’attacco

Infine Montagnier ha attaccato Draghi e Macron e le loro posizioni nette nei confronti dei ‘no vax’. «Sono due persone e non sono abbastanza per movimentare il volere di un popolo, vi dovete svegliare. Approfittate delle prossime elezioni per dire il vostro parere. Viva la libertà» ha concluso.

Tag:

Articoli correlati

Un commento

  1. Francesco Minniti ha detto:

    Ahahhaahah che cazzata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684