Panifici a Trapani, chiesta la chiusura domenica e festivi - QdS

Panifici a Trapani, chiesta la chiusura domenica e festivi

Pietro Vultaggio

Panifici a Trapani, chiesta la chiusura domenica e festivi

sabato 10 Ottobre 2020 - 00:00
Panifici a Trapani, chiesta la chiusura domenica e festivi

Ingargiola (Cifa Trapani): “Riposo per dipendenti, eliminare orari di lavoro massacranti”. Prosegue l’interlocuzione con l’assessore regionale alle Attività produttive, Turano

TRAPANI – Un’ordinanza per prevedere la chiusura di tutte le attività di panificazione nelle giornate festive ed in particolare la domenica, questo il tema principale portato avanti dall’associazione provinciale ‘I Fornarini’ e dalla Confederazione datoriale Cifa Trapani.

“La chiusura nei giorni festivi – commenta Francesco Alagna, presidente de ‘I Fornarini’ – non comporterà alcuna perdita di posti di lavoro, ma anzi avremo lavoratori che continueranno a guadagnare come prima e renderanno molto di più, perché riscopriranno il diritto al riposo ed al piacere di stare in famiglia. Del resto, la storia recente ha dimostrato come l’apertura continua di tutte le attività commerciali non abbia portato ad un aumento del numero di dipendenti occupati, ma solamente un maggiore loro sfruttamento e la riduzione dei loro diritti”.

Riposo e più profitto per i dipendenti, eliminando orari di lavoro massacranti e riscoprendo così i piaceri della vita. “Ribadiamo fortemente la nostra posizione chiedendo, come peraltro già ottenuto per il periodo compreso tra il 16 giugno ed il 30 settembre, la chiusura domenicale e nei festivi di tutti i panifici. Continua, in tal senso, la nostra fattiva interlocuzione con l’assessore regionale alle Attività produttive Girolamo Turano, sempre disponibile all’ascolto delle diverse categorie produttive”, a dichiararlo è Gaspare Ingargiola, Segretario provinciale Cifa Trapani.

“La domenica chiusa non arreca alcun danno economico alla nostre attività – prosegue il presidente dell’associazione ‘I Fornarini’ -, anzi durante l’emergenza covid-19 abbiamo avuto modo di scoprire quali siano stati i vantaggi economici. Le mancate vendite nelle festività vengono abbondantemente ricompensate dai maggiori incassi registrati nel prefestivo e nella giornata immediatamente successiva. Ma non solo, la chiusura nei festivi porta un profitto maggiore – conclude – dato dall’abbattimento dei costi del personale ma anche dalla riduzione del costo delle utenze. Solo per fare un esempio, il lavoro domenicale prevede il costo orario di 11,59 euro all’ora, ossia il 75% in più rispetto alla paga oraria riconosciuta ad un apprendista lavoratore addetto alla vendita del pane, oltre ai maggiori oneri previdenziali, assicurativi e fiscali”.
Un risparmio economico per i datori di lavoro e fisico per i dipendenti che tornano a respirare.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684