Turismo, la Sicilia riparte con i Festival e le Isole Covid-free - QdS

Turismo, la Sicilia riparte con i Festival e le Isole Covid-free

Web-mp

Turismo, la Sicilia riparte con i Festival e le Isole Covid-free

Web-mp |
domenica 16 Maggio 2021 - 10:00

La Sicilia ci riprova con il turismo. Le Isole minori Covid-free aumentano l’offerta, in stand by la proposta di pacchetti vacanze-vaccini. La cultura riparte con tanti festival in programma da giugno

L’estate è ormai alle porte. L’ipotesi di vivere una nuova stagione in piena pandemia è quanto mai reale. La Sicilia ha deciso di affrontare la situazione con un’iniziativa che, in Grecia, ha consentito di riaprire ai turisti. L’obiettivo è: Isole minori Covid-free, pronte così ad accogliere i vacanzieri, italiani e stranieri.

Intanto, lo scorso 12 maggio, all’Assemblea Regionale Siciliana è stato approvato il Piano triennale di sviluppo turistico. “Un piano che si configura come strumento essenziale per il rilancio del turismo”. ha detto l’assessore regionale per il Turismo, lo sport e lo spettacolo Manlio Messina.

Una sfida “last minute” per la Sicilia, che riguarda anche il settore spettacoli. In un periodo dove vige ancora l’incertezza, per l’Isola “arancione” e ormai prossima al “giallo”, i festival siciliani provano a ripartire. Nonostante le distanze e limiti di capienza, sono tante le Città che lanciano la loro proposta culturale con tante date, a partire dal mese di giugno. Da Taormina a Ragusa, si arricchisce il calendario degli appuntamenti per l’estate in Sicilia che costruisce la trama di una nuova stagione di spettacoli e di festival per il cinema, la musica, il teatro e la letteratura.

La situazione nelle Isole minori e nei Borghi in Sicilia

Sono cinque, per adesso, le isole Covid free nelle Eolie: Salina, Alicudi, Filicudi, Panarea e Stromboli. Seguono Ginostra e Vulcano. Da venerdì, invece, sono iniziate le vaccinazioni a Lipari. Sono partite le somministrazioni anche per Lampedusa, Linosa e le isole Egadi (Favignana, Marettimo e Levanzo) per concludersi con Ustica e Pantelleria.

Salina

“Il progetto di vaccinare in loco i residenti delle isole minori è un’idea già proposta al Governo, dallo scorso gennaio” spiega Domenico Arabia, sindaco di Santa Maria Salina, nell’arcipelago delle Eolie. “La popolazione ha visto bene la campagna di vaccinazione nell’isola, evitando i disagi per gli spostamenti e soprattutto per un’esigenza di carattere sanitario. La vaccinazione a Salina è comunque un segno di rilancio turistico e di richiamo per chi deciderà di organizzare una vacanza in Sicilia.

Sono contrario all’espressione “Covid-free” – prosegue Arabia -, perché non è possibile avere la certezza di un luogo privo di contagi, possiamo solo augurarcelo in futuro. Per il coprifuoco, è logico dire che sia una grossa limitazione, in particolare per una località turistica. È già a rischio la stagionalità per l’isola di Salina che vive di turismo, solo per quattro mesi l’anno. Mi auguro che le decisioni del Governo porteranno a una rimodulazione, anzi a una completa cancellazione.

“Le previsioni per il turismo – aggiunge il sindaco di Salina -, sono le stesse dell’anno scorso per Salina, pochi stranieri per giugno. Puntiamo per luglio, agosto e settembre. Un dato confortante è quello del turismo nautico, un trend in forte aumento, grazie al fatto che Salina dispone dell’unica struttura turistica portuale nelle isole Eolie. Dal 2 al 6 giugno, è prevista una regata velica d’importanza nazionale. Confermati anche due festival, per luglio e settembre. Sono tutti eventi che si possono svolgere, oltre al discorso delle vaccinazioni, seguendo protocolli e regole anti covid”.

Sambuca di Sicilia

Tornado sulla terra ferma, tra i piccoli borghi, continua a offrire certezze Sambuca di Sicilia, conosciuta per il progetto delle “case a 1 euro” e adesso anche in vetrina per lo smart working rivolto alle startup italiane. Una promozione a “costo zero” che ha garantito in questi anni, e anche oggi, un riscontro favorevole per turismo estero e gli smart worker. “I ritmi lenti e tranquilli del nostro paese, uniti alla funzionalità e ai servizi, favoriscono l’offerta per una vacanza in relax e il lavoro a distanza – spiega il vice sindaco e assessore alla cultura, Giuseppe Cacioppo, che aggiunge-. Per il turismo, le prenotazioni per l’estate ci sono. È pronto anche un contributo, da definire, rivolto ai proprietari di strutture ricettive e attività ristorative in modo da offrire sconti e attrarre ancora più turisti e visitatori. Per la parte culturale, dal Teatro Comunale c’è la proposta di una stagione all’aperto. Dobbiamo capire però come organizzarci, per distanze e limitazioni dei posti”.

Palazzolo Acreide

Positivo è anche il sindaco di Palazzolo Acreide, Salvatore Gallo che dopo il successo dello scorso anno ripropone nel comune montano in provincia di Siracusa una grande “isola pedonale” nel centro storico. “Palazzolo è l’unico comune della provincia a non essere entrato, in questi mesi, in zona rossa. Non è un merito ma possiamo partire da qui per la stagione estiva” – dichiara Gallo.

“Per la questione eventi – prosegue -, c’è già una programmazione di spettacoli al Teatro Greco di Akrai. Trenta serate con eventi artistici quali teatro, musica e lirica. Numeri limitati a 400 postazioni, ma offriremo repliche, permettendo così a tutti di poter assistere agli spettacoli”.

Si parlava del Carnevale spostato dal mese di febbraio e posticipato a luglio. “La normalità dice il primo cittadino -, dettata dal numero dei contagi, non esiste ancora. È ancora prematuro, speravo in quella svolta che non c’è stata, quindi pensiamo di posticiparlo per settembre, oppure ottobre”.

A Palazzolo ritorna invece l’“Isola Sicura”, una seconda edizione e senza coprifuoco, si spera. Puntiamo sul settore enogastronomico che per noi rappresenta l’elemento di maggiore richiamo – conclude il sindaco Gallo -. Massimi spazi per i ristoratori, dalla Villa Comunale alla panoramica, percorrendo dentro tutto il paese. Insieme alle visite nei siti archeologici, naturalistici e nei luoghi del Barocco”.

Turismo vaccinale in Sicilia? Per adesso solo un’ipotesi

Nella repubblica-microstato di San Marino è stato lanciato il progetto approvato dal governo chiamato “turismo vaccinale”. Dal prossimo 17 maggio, infatti, sarà possibile acquistare un pacchetto che prevede oltre alla prima e alla seconda dose di vaccino, anche un pernottamento di almeno tre notti per due volte in 21 giorni. Il progetto di San Marino è aperto a tutti i turisti stranieri, tranne che agli italiani perché con Roma ancora non c’è un accordo specifico.

A tal proposito abbiamo chiesto alla Regione Sicilia, se fosse ipotizzabile la stessa strategia per attirare i turisti nell’Isola. L’assessore Manlio Messina ha risposto, affermando: “al momento non c’è una posizione su questa linea dei pacchetti vaccino-turismo in Sicilia”.

Sulla questione anche il sindaco di Taormina, Mario Bolognari, che ha detto: “è in discussione ed eventuale approvazione, un hub vaccinale all’interno di uno dei nostri parcheggi, con una potenzialità di mille vaccinazioni al giorno. Ho chiesto, al direttore generale dell’Asp provinciale, se fosse possibile poter vaccinare stranieri, perché – spiega Bolognari – quando un cittadino straniero giunge nel nostro Paese, usufruisce degli stessi diritti sanitari di un italiano. Non mi è stato detto di no, ma la questione verrà approfondita. Pensando ai tanti cittadini europei che devono effettuare la seconda dose di vaccino anti-Covid, la possibilità di poterlo fare qui in Sicilia, a Taormina, è una opportunità che non dovremmo farci sfuggire”.

Località turistiche in Sicilia, previsioni ottimistiche da Taormina

“Il mese di Giugno sarà caratterizzato da una grande ripartenza con Taormina Festival book, seguono gli importanti eventi legati al cinema con Nastri d’Argento e Taormina Film Festival” – racconta il sindaco di Taormina, Mario Bolognari, che aggiunge. “È importante rispettare le “date classiche” di questi eventi perché rappresentano un momento di attrazione e richiamo per la città. Così fino alle fine di ottobre, quasi tutte le sere sono previsti tanti eventi nel Teatro Antico. Rispettando la riduzione dei posti a sedere, sperando che potrà essere aumentata per favorire una maggiore presenza di spettatori”.

“Faccio una previsione di uno scenario possibile per Taormina e tutta la Sicilia. – prosegue il sindaco -. Quando ripartiremo, sarà oltre ogni aspettativa. La stagione turistica si prolungherà anche per dicembre e gennaio. Tuttavia la mia preoccupazione più grande, che poi è il grande punto interrogativo, rimane il transito da un paese europeo all’altro. Non è ancora chiaro come funzionerà, i tempi stringono, e le persone devono sapere come muoversi, soprattutto per organizzare una vacanza. Il nostro turismo, per l’85% è caratterizzato dagli stranieri. Non abbiamo garanzie sufficienti, al momento”.

Lo spettacolo deve andare avanti, ecco gli eventi culturali in Sicilia “confermati”

“The show must go on”, citando la celebre canzone della band inglese, ovvero “lo spettacolo deve continuare”. E per la Sicilia, mai parole messe insieme sono state più azzeccate. Potrebbe essere il mantra del settore spettacolo che da mesi ormai, si muove solo lavorando al calendario di date possibili per la nuova stagione estiva.

Si comincia con il “Festival Visioni Notturne Sostenibili. Notte di documentari con gli autori – settima edizione”, che si terrà il 27-28-29 maggio a Salemi, Segesta e Gibellina. Previsti appuntamenti mattutini e pomeridiani in presenza nel pieno rispetto delle norme anti contagio, con proiezioni in streaming serali.

“A Tutto Volume”, Ragusa. Dal 10 al 13 giugno 2021

“A Tutto Volume – libri in festa a Ragusa”, riconsegnerà le piazze ai libri, ai lettori e agli autori. Il festival partirà il 10 giugno, a Marina di Ragusa, a pochi metri dalle spiagge di sabbia dorata e dal mare con bandiera blu. Saranno Pif e Marco Lillo ad aprire il festival in riva al mare con la conduzione di Silvia Truzzi in un incontro che darà spazio a “Io posso. Due donne sole contro la mafia”. Il festival poi tornerà, come tradizione vuole, nel centro storico di Ragusa superiore per trasferirsi nell’ultima giornata, a Ragusa Ibla, quartiere barocco con numerosi siti patrimonio dell’Umanità.

“Taobuk Festival”, Taormina. Dal 17 al 21 giugno 2021

“Metamorfosi. Tutto muta” è il tema dell’edizione 2021 di Taobuk Festival: dal 17 al 21 giugno, a Taormina, cinque giorni di incontri letterari e culturali, spettacoli teatrali, pièce di danza, percorsi espositivi.

Tao Film Fest, Taormina. Dal 27 giungo al 3 luglio 2021

La 67esimma edizione del Taormina Film Fest accenderà i riflettori del Teatro Antico sul grande cinema dal 27 Giugno al 3 Luglio. Diretto da Francesco Alò, Alessandra De Luca e Federico Pontiggia, il Festival è prodotto e organizzato da Videobank Spa nell’ambito di un mandato triennale su concessione della Fondazione Taormina Arte Sicilia e con il patrocinio dell’Assessorato del Turismo dello Sport e dello Spettacolo della Regione Sicilia, della Sicilia Film Commission, del Comune di Taormina e del MIBACT.

Taormina

Sempre a Taormina il prossimo 28 agosto, al Teatro Antico, l’evento musicale dell’estate più atteso per il concerto sold out del duo Colapesce/Di Martino, autori della celebre “Musica Leggerissima”, e del loro album “I Mortali”. Per il momento l’unico evento musicale confermato per l’estate.

Agrigento

E sempre a proposito di musica live e concerti, cresce l’attesa per Festivalle 2021, ad Agrigento nello splendido scenario della Valle dei Templi, dal 5 al 8 agosto. Il programma e il calendario artistico della V edizione sono ancora in corso d’opera ma è già possibile prenotare i biglietti per parteciparvi.

Siracusa, tornano le Rappresentazioni Classiche e l’Ortigia Film Festival

Al Teatro Greco di Siracusa, dal 3 luglio al 22 agosto, tornano le rappresentazioni classiche della Fondazione INDA con le Baccanti di Euripide per la regia di Carlus Padrissa, Coefore e Eumenidi di Eschilo, diretta da Davide Livermore, e Le Nuvole di Aristofane con la regia di Antonio Calenda.

Sempre a Siracusa, ritorna l’Ortigia Film Festival. La XIII edizione si terrà dal 12 al 18 luglio. Tre le sezioni competitive del Festival sono il Concorso Lungometraggi opere prime e seconde italiane, il Concorso Documentari e il Concorso Internazionale Cortometraggi. Per il 2021 “OFF” auspica che la XIII edizione possa svolgersi in preponderanza dal vivo per affermare la centralità della cultura e del cinema, settori fortemente penalizzati nel 2020.

Marettimo

Seguendo il filo della settima arte, è in programma la seconda edizione del Marettimo Italian Film Fest – We love the sea, in programma fra il 20 ed il 24 luglio, nell’Isola di Marettimo, nell’arcipelago siciliano delle Egadi. La direzione artistica del Festival è affidata a Pupi Avati. I documentari, i film ed i cortometraggi, che verranno proiettati durante il Festival, sono collegati dai temi del mare e della valorizzazione dell’ambiente marino. E in particolare, la novità di “Ocean Summer School”, con il sostegno dell’assessorato alla Formazione e Istruzione della Regione Siciliana, organizzata dalla FAO e dal Future Food Institute, farà tappa a Marettimo dal 13 al 20 luglio.

Le Vie dei Tesori, alla scoperta del patrimonio delle città siciliane. Dal 11 settembre al 31 ottobre 2021

Palazzi nobiliari, terrazze segrete, monasteri, chiese e cripte, giardini, musei scientifici: luoghi in gran parte di solito chiusi o non raccontati. Nel 2021 torna “Le vie dei Tesori” e si svolgerà in sedici città e borghi di tutta la Sicilia, negli 8 weekend compresi tra l’11 settembre e il 31 ottobre 2021.

La quindicesima edizione è in piena fase organizzativa: i luoghi saranno oltre 400, pronti a raccontarsi ed essere visitati con un sistema digitale e smart.

Dall’11 al 26 settembre per tre weekend, sabato e domenica, luoghi da scoprire a Bagheria e a Termini Imerese; nei tre tesori della costa occidentale, Trapani, Mazara del Vallo e Marsala; nelle due città dell’interno, profondamente diverse, Enna e Caltanissetta, e Noto con il suo strepitoso barocco.

Nei cinque fine settimana di ottobre, dall’1 al 31 ottobre, toccherà alle due ammiraglie, Palermo da dove il festival è partito tanti anni fa, e la nobile Catania; e nei primi tre weekend di ottobre, dall’1 al 17 ottobre, si aggiungeranno anche Ragusa e Scicli, Sciacca.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684