Ucraina, l'Onu: "Commessi crimini di guerra, bambini stuprati" - QdS

In Ucraina crimini di guerra, l’Onu: “Bambini stuprati da russi, parenti obbligati a vedere”

web-sr

In Ucraina crimini di guerra, l’Onu: “Bambini stuprati da russi, parenti obbligati a vedere”

web-sr |
venerdì 23 Settembre 2022 - 20:16

La Commissione d'inchiesta ha portato alla luce violenze e brutalità commesse dai soldati russi in Ucraina. Principali obiettivi i minori.

In Ucraina nel corso di questi mesi di conflitto “sono stati commessi crimini di guerra“.

Lo hanno stabilito gli investigatori dell’Onu, i quali hanno accertato una vasta gamma di crimini contro i minori, inclusi casi di bambini “stuprati, torturati e confinati illegalmente”.

Lo ha riferito capo della Commissione d’inchiesta Erik Mose al Consiglio dei diritti umani a Ginevra.

Violenza sessuale su tutte le fasce età”

“Nei casi su cui abbiamo indagato, l’età delle vittime di violenza sessuale e di genere va dai 4 agli 82 anni. Ci sono stati episodi in cui i parenti sono stati obbligati ad assistere ai crimini” commessi sui loro cari, ha aggiunto.

Lo stesso Mose ha specificato che in diversi casi è stato stabilito che gli autori delle violenze e delle torture erano soldati russi.

“Sulla base delle prove raccolte dalla Commissione d’inchiesta, questa ha concluso che sono stati commessi crimini di guerra in Ucraina”, ha sottolineato ulteriormente.

La Commissione d’inchiesta fu istituita a maggio per investigare sui crimini di guerra commessi in Ucraina dall’inizio dell’invasione russa lo scorso febbraio.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684