Un catalogo online per gli alberi monumentali - QdS

Un catalogo online per gli alberi monumentali

Adriano Agatino Zuccaro

Un catalogo online per gli alberi monumentali

sabato 12 Settembre 2020 - 00:00

Realizzato dalla Direzione generale dell’economia montana e delle foreste del Mipaaf direttamente su Google Maps. Da adesso sarà molto più semplice localizzarli e conoscerne storia e caratteristiche. Tra questi il Castagno dei 100 Cavalli nel comune di Sant'Alfio

CATANIA – Gli alberi monumentali d’Italia sono 3.561, 156 di questi si trovano in Sicilia e adesso sarà molto più semplice localizzarli e conoscerne storia e caratteristiche. La Direzione generale dell’economia montana e delle foreste del Mipaaf ha realizzato, infatti, in occasione del terzo aggiornamento dell’Elenco degli Alberi Monumentali appena pubblicato, un catalogo di dati online visualizzabili su Google maps.

Fino ad oggi, nelle mail standard di risposta alle richieste e alle segnalazioni dei cittadini erano riportate le istruzioni per geolocalizzare gli alberi su Google maps attraverso l’inserimento di latitudine e longitudine. Ora, grazie al link al catalogo on-line su Google Maps, la ricerca delle piante e le informazioni sulle loro caratteristiche sono rese più facili.

Aprendo infatti un link dal pc o dal cellulare, riporta il Mipaaf, i punti degli alberi monumentali e le informazioni collegate diventano disponibili ogni volta che viene aperto Google maps. In questo modo diviene molto semplice la loro localizzazione ed è possibile impostare la navigazione dalla propria posizione a quella dell’albero cercato, di cui si possono conoscere le caratteristiche e la storia che ha portato a considerarlo un monumento.

L’Italia ha il suo elenco nazionale degli alberi monumentali da dicembre 2017 in cui figuravano 2.407 alberi monumentali, bellezze che si contraddistinguono per l’elevato valore biologico ed ecologico (età, dimensioni, morfologia, rarità della specie, habitat per alcune specie animali), per l’importanza storica, culturale e religiosa che rivestono in determinati contesti territoriali. Nel tempo si sono susseguiti tre aggiornamenti che hanno portato 332 nuove iscrizioni ad agosto 2018, 509 ad aprile 2019 e 379 a luglio di quest’anno.

I decreti di integrazione e variazione approvano anche delle variazioni dovute a perdite di esemplari per morte naturale o abbattimento o perdita dei requisiti a causa dell’elevato deperimento strutturale e fisiologico, nonché rettifiche ad alcuni dati.

La nostra Isola, come anticipato, possiede 156 alberi monumentali, un numero modesto se si pensa che la Sardegna ne vanta 404, il Friuli Venezia Giulia 344, l’Abruzzo 298, la Lombardia 263.

Ancora una volta il Centro-Sud arranca nella tutela dei “monumenti verdi”, infatti, la parte bassa della “classifica” è occupata da regioni meridionali (con l’ovvia eccezione, per ragioni di Km quadrati, di Trento e Bolzano). Sono 78 gli alberi monumentali in Toscana, 101 in Puglia, 101 in Calabria. Rispetto ai primi aggiornamenti, le segnalazioni in alcune zone del Sud Italia si sono moltiplicate: la Sicilia, ad esempio, nel primo aggiornamento annoverava solo 88 bellezze.

Per dare un’idea del potenziale turistico e della bellezza irresistibile di questi alberi, basterà citare un esempio isolano: il Castagno dei 100 Cavalli (Castanea sativa Miller) nel comune di Sant’Alfio (CT). La circonferenza del tronco è pari a 52,10 metri (si tratta in realtà di tre fusti, separati fra loro, cresciuti da una antichissima ceppaia), l’altezza è di 22 metri e l’età stimata di oltre 3000 anni. Si tratta del più antico castagno del mondo.

Il ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo (con il Dm del 19 dicembre 2017 n. 5450) ha riconosciuto i seguenti criteri di monumentalità per il nostro castagno: età e dimensioni; forma e portamento; valore ecologico; pregio paesaggistico; valore storico, culturale, religioso. Il Castagno dei 100 cavalli è solo uno degli alberi monumentali da non perdere durante un tour in Sicilia; coi citati nuovi strumenti è possibile visualizzare l’elenco completo con indicazione precisa della località in cui trovarli, maps porterà “per mano” a destinazione il visitatore.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684