Zisa di Palermo, Spazio Franco riparte con "Scena nostra" - QdS

Zisa di Palermo, Spazio Franco riparte con “Scena nostra”

web-dr

Zisa di Palermo, Spazio Franco riparte con “Scena nostra”

web-dr |
mercoledì 20 Ottobre 2021 - 10:37

Focus sulla scena contemporanea ai Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo. Varato un programma sino a dicembre.

Dopo
oltre 18 mesi di fermo obbligato a causa della chiusura dei teatri e delle
relative restrizioni che hanno impedito una corretta sostenibilità dei progetti
culturali che non godono di corposi finanziamenti pubblici, dopo il successo
dell’ultima edizione del Mercurio
Festival
che ha registrato oltre 3000 presenze, Spazio Franco riparte con la sua SCENA NOSTRA , il focus sulla scena contemporanea ai Cantieri
Culturali alla Zisa di Palermo
e un programma sino a dicembre.

Si
riparte con un titolo inequivocabile, Siamo ancora (più) vivi (che mai)”che vuole marcare la difficoltà per gli
operatori dello spettacolo nel sopravvivere in questo lungo periodo di stop,
senza però ergersi ad eroi
crogiolarsi con autoreferenziali atti di resilienza ma semplicemente fare di
necessità virtù per poter raccogliere i frutti di un lavoro artistico e
artigianale che non si è mai fermato. Si, perché sebbene sia stato chiuso al
pubblico, in questi mesi lo Spazio
Franco è stato sede di numerose residenze artistiche
che, attraverso il
programma Segni di Residenza, ha
permesso a 10 progetti di teatro e danza contemporanea di iniziare percorsi di
creazione e di produzione con ampio respiro e che, adesso in questa agognata
ripartenza, sono pronti a definire i propri lavori e presentarsi in anteprima
al pubblico palermitano.

Lo Spazio Franco si
è consolidato dunque come laboratorio indipendente per la creazione
contemporanea: una scelta artistica, culturale e politica
molto netta che si è strutturata nel programma Segni di Residenza, un programma di residenze artistiche che segue
gli artisti nei loro processi creativi cercando di intercettare gli sviluppi di
nuovi produzioni.

“Per affermarsi come laboratorio per la
creazione contemporanea, afferma
Giuseppe Provinzano, direttore dello Spazio Franco,
ci teniamo a far si che
Spazio Franco non venga percepito né come un teatro di programmazione né come
una mera sala prove: intercettiamo processi di produzione e li sviluppiamo con
gli artisti stessi. Ogni progetto viene scandagliato attraverso percorsi di
analisi di produzione, evidenziando ogni tipo di esigenza artistica, tecnica e
progettuale. In questo periodo di pandemia, abbiamo sostenuto 10 progetti che hanno aderito al nostro programma
di residenze: alcuni debutteranno all’interno di SCENA NOSTRA, altri hanno
debuttato in prestigiosi festival e si presenteranno a Palermo nei prossimi
mesi , altri hanno bisogno di un percorso di maturazione diverso”

Spazio Franco è inoltre diventato un punto di
riferimento nazionale per l’approdo
delle migliori espressioni della scena contemporanea italiana che non trovano
in Sicilia altre occasioni.

“Ideando SCENA NOSTRA, pensavamo di rivolgerci
alle compagnie siciliane per un focus dedicato,
continua Giuseppe Provinzano, ma sarebbe stato miope
ignorare le tantissime attenzioni ricevute da tutta Italia che guardano allo
Spazio Franco come nuovo approdo per i tour di quelle compagini che, seppur
eccellenti, non riescono a raggiungere l’isola e non trovano a Palermo riscontro.
Grazie al lavoro con la Rete Latitudini stiamo tentando di andare
contro-corrente allargando gli orizzonti della scena contemporanea, affinché
nuove dinamiche e nuove strade possano essere utili sia per arrivare che per
partire a/da Palermo e in/dalla Sicilia.

Nei prossimi mesi, l’accezione nostrana di Scena Nostra si declinerà dunque sia in riferimento alla provenienza
geografica (la Sicilia) che di linguaggio, quello del nuovo teatro
contemporaneo, della danza e della nuova drammaturgia, rimanendo un focus
aperto che si rinnova, dando spazio a nuove scritture e nuovi linguaggi, nuovi
artisti e affermati esponenti, restando in ascolto con le necessità di
creazione degli artisti che si presenteranno in Anteprima Nazionale.

La programmazione da ottobre a dicembre si divide in 3 focus:

Dal 22 al 31 ottobre è la volta di SCENA PRIDE, in collaborazione con il PALERMO PRIDE, che ha accolto lo Spazio
Franco all’interno del proprio Comitato per potersi occupare della produzione
di spettacoli inediti che scandagliassero le tematiche sensibili al Pride e che
accompagnasse gli artisti in processi di creazione dedicati. Un lungo percorso
di ideazione, approfondimento e creazione che andasse oltre la scena e che
declinasse con un approccio contemporaneo le tematiche per una

Sono
3 gli appuntamenti di questo particolare focus: il 22/23/24 ottobre sarà presentato in Anteprima Nazionale SWEET TRANSVESTITES di Giuseppe Sangiorgi, che riscrive La Dodicesima Notte per 3 attrici: Serena Barone, Marzia Coniglio e Oriana
Martucci
che con tutto il loro talento attraversano la commedia dei
travestimenti per eccellenza per darne nuovi sensi non solo estetici ma
politici e farne materia di indagine, terreno di gioco, rito iniziatico, che
permetterà a ognuno di loro di incarnare il proprio personaggio.

Sempre
in Anteprima Nazionale il 28/29 e 31
ottobre,
lo spettacolo Duemillimetri di e con Dario Muratore e Massimo Vinti che
affrontano una storia di cronaca italiana, quella Strage di Giarre che ha dato
la nascita ai movimenti arcigay a Palermo e poi a seguire in Italia. Un
approccio performativo e intimo quello dell’inedito duo, che non si limitano a
raccontare i fatti ma piuttosto a immaginare le sensazioni e le dinamiche più
intime e sentimentali, proprio nei giorni della tragica ricorrenza di cui
quest’anno giunge il 41mo anniversario.

Sempre
il 31 ottobre (alle 19) sarà
protagonista Massimo Verdastro con
il suo IL NUOVO SOGGETTO di Nino Gennaro, una performance inedita ed
in esclusiva per il Palermo Pride, che porterà il grande attore e regista ad
affrontare ancora una volta uno dei poeti ed autori più geniali che Palermo
abbia mai avuto, quel Nino Gennaro che continua a essere fonte di ispirazione
per nuove prospettive, nuovi sguardi … e nuovi soggetti appunto.

A
Novembre invece si entra nel programma di SCENA NOSTRA con 3 appuntamenti
eccellenti:

Ad
aprire questo focusil 6/ 7 novembre, LICIA LANERA, considerata tra le Migliori Attrici della nuova Scena
Italiana, già pluripremiata vincitrice di diversi Premi Ubu, che presenta il
fortunato GUARDA COME NEVICA.1 CUORE DI CANE, 1mo capitolo della sua
trilogia dedicata agli autori russi e che in questo lavoro riscrive per la
scena Michail Bulgakov

Il 19 e il 20 novembre, dopo il successo
dell’Anteprima presentata allo scorso Mercurio Festival, torna allo Spazio
Franco 5discorsiXdistruggereMe di e
con Margherita Ortolani e le musiche
dal vivo di Roberto Cammarata e Simona
Norato.

Il 26 e il 27 novembre, in Anteprima
Nazionale, ANTIGONE SCREAMING nuovo
capitolo che la Compagnia Suttascupa
dedica all’eroina sofoclea per una riscrittura contemporanea della poetessa
somala Ubah Cristina Ali Farah e di
Giuseppe Massa
che ne è anche regista.

A
dicembre infine, un focus dedicato a
Babel
per i 10 anni dalla sua fondazione: la compagine palermitana
capitanata da Giuseppe Provinzano,
giunge a questo traguardo anagrafico con ottimi risultati raggiunti: il
riconoscimento ministeriale della propria attività di produzione, la creazione
ex-novo di un nuovo spazio per la scena contemporanea a Palermo (Spazio Franco), l’ideazione di un Festival di successo
come Mercurio, il consolidamento nazionale di un progetto sociale come il Progetto Amuní …ecc ecc un mese per
tracciare le linee di un percorso in evoluzione tra vecchie, nuove produzioni e
nuovi progetti.

Drammaturgie contemporanee e attente ai temi dell’attualità, nuove
espressioni della performing art e nuovi linguaggi scenici che affrontano testi
universali: questo nuovo focus di Scena Nostra, conclude Provinzano, restituisce uno spaccato di quanto offre il
panorama contemporaneo nostrano, siciliano e non”

NB:
La partecipazione agli eventi richiede l’esibizione del green pass, dai 12 anni
in su, secondo le normative covid 19 vigenti.:

L’ingresso a
tutti gli spettacoli è di 8,00€

* lo
spettacolo IL NUOVO SOGGETTO di Nino Gennaro con Massimo Verdastro è a ingresso
gratuito

Tag:

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001