Ciancio: Assostampa, i giornalisti de La Sicilia hanno raccontato con professionalità la complessità dell'isola - QdS

Ciancio: Assostampa, i giornalisti de La Sicilia hanno raccontato con professionalità la complessità dell’isola

Ciancio: Assostampa, i giornalisti de La Sicilia hanno raccontato con professionalità la complessità dell’isola

lunedì 01 Ottobre 2018 - 00:00
La giunta esecutiva dell’Associazione siciliana della stampa, riunita a Palermo insieme ai segretari provinciali, esprime "profonda preoccupazione per la vicenda delle testate giornalistiche, in particolare il quotidiano La Sicilia e le emittenti televisive, coinvolte nel sequestro e confisca dei beni all’editore Mario Ciancio Sanfilippo nel contesto di un procedimento penale ancora in corso".
"In questo momento di difficoltà delle testate – sottolinea l’Assostampa – vanno intanto stigmatizzate alcune prese di posizione circolate sui social e sui mezzi di informazione che hanno l’esclusivo sapore della strumentalizzazione e hanno avviato un tentativo di linciaggio delle redazioni che il sindacato respinge con forza. I giornali, prima di tutto, sono di proprietà dei lettori e dei giornalisti che ogni giorno concorrono a confezionarli, per questo va respinto ogni tentativo di indebolire l’autonomia, la libertà e la prospettiva di redazioni che in questi anni hanno raccontato con professionalità le complessità politiche e sociali della Sicilia".
L’Associazione siciliana della stampa "condivide le preoccupazioni dei redattori per il futuro delle testate e per il mantenimento dei livelli occupazionali che sinora hanno garantito, grazie a un continuo impegno sul campo, la realizzazione di un prodotto assolutamente al passo con le complesse sfide professionali che il mercato impone".
"Le vicende giudiziarie dell’editore Ciancio – sottolinea l’Assostampa – vanno tenute distinte dalla prospettiva professionale dei giornalisti delle sue testate". Per questo il sindacato regionale dei giornalisti "chiede alle autorità giudiziarie e agli amministratori che avranno il compito di guidare le aziende di tenere presente la specificità dell’impresa giornalistica e la necessità di una interlocuzione costante con gli organismi rappresentativi dei giornalisti".

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684