Regime speciale Iva per i libri digitali pubblicati in Cd-rom o altro supporto - QdS

Regime speciale Iva per i libri digitali pubblicati in Cd-rom o altro supporto

Salvatore Forastieri

Regime speciale Iva per i libri digitali pubblicati in Cd-rom o altro supporto

domenica 12 Ottobre 2014 - 04:30
Regime speciale Iva per i libri digitali pubblicati in Cd-rom o altro supporto

Circolare n. 23 del 24 luglio 2014 dell’Agenzia delle Entrate: un passo in avanti rispetto alla risoluzione 223/09. Non vale per i prodotti editoriali elettronici diffusi via internet o altra rete elettronica

Lo vuole la Ue. Non soltanto i libri in formato cartaceo ma anche quelli su supporti digitali, come un CD o una "chiavetta USB", devono potere beneficiare delle agevolazioni costituite dall’aliquota ridotta del 4% e del particolare regime speciale per l’Editoria previsto dall’articolo 74 del D.P.R. 26 ottobre 1972 n.633 (il decreto istitutivo dell’IVA).
Ricordiamo che, con risoluzione n. 328 del 1997 il Ministero delle finanze ha affermato che il regime speciale per l’editoria è applicabile esclusivamente ai prodotti editoriali in formato cartaceo (quelli stampati), con il prezzo di copertina, al lordo dell’IVA, ben evidenziato.
Senonchè, con Direttiva del Consiglio Europeo n. 2009/47/CF del 5 maggio 2009, l’Unione Europea, modificando l’allegato III delle Direttiva comunitaria IVA contenente l’elenco dei prodotti assoggettabili ad aliquota ridotta, ha incluso, tra i beni agevolabili, anche i libri "su qualunque tipo di supporto fisico".
Con risoluzione n. 223 del 2009, pertanto, l’Agenzia delle Entrate ha ritenuto di potere estendere anche alla fornitura di libri su qualsiasi tipo di supporto l’aliquota del 4%.
Ora, la stessa Agenzia fa un passo in avanti. Con la recente circolare n.23 del 24 luglio 2014, nel descrivere la nuova normativa riguardante l’applicazione del regime speciale IVA nel caso di cessione di "supporti integrativi" unitamente ai prodotti editoriali, ha colto l’occasione per fare una importante affermazione.
L’Agenzia, più in particolare, contrariamente a quanto ritenuto con la risoluzione 223 del 2009, manifesta il suo nuovo avviso secondo il quale, coerentemente con la "ratio" di semplificazione per il settore editoriale, ai libri digitali l’IVA si applica, non solo con l’aliquota ridotta, ma anche con il regime speciale.
Regime speciale IVA, quindi, anche quando i libri sono pubblicati in CD, in un CD-ROM o in un altro tipo di supporto fisico. E’ importante, comunque, che contengano il prezzo di copertina, al lordo dell’IVA. Quest’ultimo, infatti, è un requisito indispensabile previsto dalla legge.
La circolare 23, comunque, ricorda che il regime agevolato è sempre escluso nel caso di supporto fisico che riproduce solo suoni e voci (CD musicali) senza alcun collegamento ad un libro stampato.
Non è applicabile nemmeno nel caso di commercio di prodotti editoriali elettronici, compresi i libri. Questi prodotti, infatti, diffusi per via telematica (attraverso INTERNET o altra rete elettronica), rientrano nel concetto di "commercio elettronico diretto" e, pertanto, destinatario di un regime particolare riguardante quest’altro tipo di attività.

Imposta monofase. Corrisposta una sola volta solo dall’editore
Prima di concludere, può essere utile chiarire in cosa consiste il regime speciale Iva per l’editoria. Si tratta di un sistema di applicazione dell’Iva particolare, che si distingue nettamente dal metodo di applicazione normale, ed anche da quelli forfetari, in quanto, in deroga al principio generale che vede l’Iva “plurifase”, ossia applicata in ogni fase di produzione o commercializzazione del bene o del servizio fino al consumo, in questo caso l’imposta diventa “monofase”, corrisposta cioè una sola volta e da un solo soggetto: l’editore.
Tutti gli altri soggetti che intervengono nei successivi passaggi (distributori, commercianti e rivenditori), fino alla vendita all’acquirente finale, invece, restano esclusi dall’IVA, sia dal punto di vista sostanziale che formale (nel senso della mancanza anche di formalità contabili IVA).

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684