Catania - Una pista ciclabile costellata di critiche - QdS

Catania – Una pista ciclabile costellata di critiche

redazione

Catania – Una pista ciclabile costellata di critiche

martedì 26 Luglio 2016 - 05:00
Catania – Una pista ciclabile costellata di critiche

Il lungomare etneo tra ambizione e valorizzazione
 

CATANIA – In principio fu la pista ciclabile, una striscia colorata che creò tante polemiche perché ritenuta incompleta.
Poi, dopo tante polemiche e quando tutto sembrava essere passato, arrivarono anche le cunette sul lungomare.
Tutto questo potrebbe sembrare normale (posizionare dei limitatori di velocità per evitare che gli automobilisti sfreccino a più non posso su quel tratto di strada è di certo positivo), ma posizionare i dossi sia dove transitano le automobili che dove passano le bici sembra paradossale, oltre che tendenzialmente pericoloso per i mezzi a due ruote.
Altra iniziativa pensata per il lungomare (e subito pesantamente criticata) è quella rappresentata dalle strisce con cui vengono delimitati gli spazi riservati a chi vuole correre: così realizzata, però, la “finta pista” sembra ancora incompleta. Così come segnalato da molti, infatti, essa si estende per molti metri deviando nei punti in cui sono presenti i venditori ambulanti. Un’ottima idea per valorizzare il lungomare, che però poteva certamente essere realizzata in modo migliore.
Sul banco degli imputati sono ovviamente finiti i tecnici del Comune. Mettere i dossi lungo la pista ciclabile rischia di creare un pericolo per i ciclisti che vi transitano e i lavori continuano a suscitare commenti poco gratificanti per chi li ha diretti. Si poteva probabilmente fare di meglio, magari prendendo spunto da ciò che è stato realizzato nelle grandi capitali europee, dove la mobilità sostenibile (già da decenni) è diventata una realtà.
Gli esempi positivi, dunque, ci sono. Bisognerebbe copiarli per rendere i cittadini orgogliosi delle proprie città.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684