L'Epifania anche i viaggiatori si porta via - QdS

L’Epifania anche i viaggiatori si porta via

redazione

L’Epifania anche i viaggiatori si porta via

martedì 12 Dicembre 2017 - 03:00
L’Epifania anche i viaggiatori si porta via

Una rassegna delle mete più interessanti per trascorrere la fine delle festività all’estero: dalla gelida Russia fino all’Etiopia

in collaborazione con ITALPRESS
ROMA – Se è vero che l’Epifania tutte le feste porta via, è anche vero che rappresenta la prima occasione dell’anno per fare i bagagli e godersi qualche giorno in giro per il mondo, prima di riprendere la routine quotidiana. Ecco 10 destinazioni in offerta disponibili su Volagratis.com per l’Epifania: un aereo a portata di click è l’occasione giusta per chiudere in bellezza il periodo delle feste natalizie.

Berlino e Monaco: Epifania tra le case – Volando in Germania è possibile assistere alla tradizionale cerimonia di benedizione delle case: dopo la Santa Messa, infatti, i preti girano di casa in casa, intonando canti tipici e raccogliendo offerte. I bambini delle case prescelte segnano con dei gessetti l’uscio dell’abitazione per indicare il passaggio della benedizione avvenuta.

Padre Gelo e Babuska: Epifania in Russia – Volete conoscere Padre Gelo e Babuska? Con Volagratis.com è possibile raggiungere agevolmente la Russia per l’Epifania per festeggiare il Natale ortodosso e la consegna dei doni da parte di Padre Gelo, accompagnato da Babuska (nonna), che rappresenta appunto la befana.

I cortei dei Re Magi in Spagna – In Spagna è possibile prendere parte a festosi cortei di Re Magi che portano doni natalizi ai bambini meritevoli! Per questo motivo, lungo le strade, fuori le porte di casa si possono vedere cibo e acqua per il loro ristoro, e una scarpa dove i tre re potranno lasciare i tanto attesi regali.

Budapest, giovani Re Magi con il presepe – Volando in Ungheria è possibile imbattersi in giovanissimi Re Magi! Protagonisti dell’Epifania sono infatti proprio i bambini che, travestiti da Gaspare, Melchiorre, Baldassarre, sfilano per le strade portando con sé un presepe e bussando di porta in porta per ricevere in cambio qualche moneta.

In Francia: caccia alla fava nella Galette des rois – Per i francesi il 6 gennaio non è festivo e l’Epifania si festeggia o la domenica precedente o quella successiva. Se si decide di andare Oltralpe, è il caso di assaggiare la Galette de rois, torta a base di mandorle che si prepara proprio nel giorno dell’Epifania. Il dolce nasconde una piccola fava e chi sarà il fortunato a riceverla nel piatto durante la spartizione delle fette, verrà decretato re o regina per quel giorno.

Romania, le storie dei bambini – In Romania, se avete dimestichezza con la lingua locale, si può anche avere l’occasione di sentire qualche bella storia: nel giorno dell’Epifania, infatti, i bambini bussano di porta in porta chiedendo di entrare per raccontare una storia. In cambio verranno loro donati dei soldini oppure della frutta secca.

Messico: il dolce La Rosca De Reyes contro l’ira della bruja maléfica – Per quanto riguarda l’Epifania in Messico, ciò che importa è non dimenticate assolutamente di mangiare un po’ di La Rosca De Reyes, dolce tipico che viene preparato proprio per il 6 gennaio e che va gustato in questo giorno, se non si vuole rischiare di scatenare le ire della strega, la bruja maléfica.

Gran Bretagna: la Dodicesima notte e il risveglio degli spiriti – Anche nel Regno Unito vale il detto “Epifania tutte le feste si porta via”: per questo, quella del 6 gennaio viene chiamata la “Dodicesima Notte”. Bisogna però fare attenzione, perché secondo la leggenda in questa occasione si risvegliano spiriti pazzerelli che si nascondono nell’agrifoglio per fare scherzi ai malcapitati.
Islanda: Tredicesimo Giorno – Niente Befana ma tanti Elfi: in Islanda. L’Epifania viene chiamata “Tredicesimo giorno”, considerato il conto a partire da Natale: si festeggia con una fiaccolata alla quale partecipano il Re e la Regina degli Elfi, insieme a Babbo Natale. Un modo davvero originale per salutare le feste natalizie.

Etiopia, si festeggia per 3 giorni: Timkat – Desiderate che le feste non finiscano mai? In Etiopia, secondo la religione copta, i festeggiamenti dell’Epifania, chiamata Timkat, durano ben tre giorni: tra processioni allegre e colorate, ci si scambiano doni e si celebra il rito che riecheggia il battesimo di Gesù nel fiume Giordano.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684