Palermo, un capodanno da Capitale della Cultura - QdS

Palermo, un capodanno da Capitale della Cultura

redazione

Palermo, un capodanno da Capitale della Cultura

venerdì 29 Dicembre 2017 - 17:00
Palermo, un capodanno da Capitale della Cultura

Le facciate dei palazzi illuminate dalla bandiera tricolore per celebrare la firma del Protocollo di intesa che dà il via alle iniziative del progetto, condotto dal Comune, dalla Città metropolitana, dalla Fondazione S. Elia e dai comuni del territorio 

PALERMO – "Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018 parte dalla città capoluogo, ma deve essere occasione di rafforzamento e di coinvolgimento delle Istituzioni Metropolitane ed occasione di sviluppo di area vasta": con queste parole Leoluca Orlando, sindaco della Città Metropolitana di Palermo, ha commentato la firma del Protocollo di Intesa tra il Comune di Palermo, la Città Metropolitana di Palermo e la Fondazione Sant’Elia per l’attuazione del progetto Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018.
"La Città Metropolitana di Palermo, che ha sostenuto la candidatura del capoluogo al prestigioso titolo, con il supporto della Fondazione Sant’Elia – si legge in una nota -, avrà il fondamentale ruolo di congiunzione tra questo e i Comuni del territorio metropolitano, dai quali recepirà gli interventi di maggior pregio da inserire fra le iniziative di Palermo Capitale".
È previsto inoltre che la Città Metropolitana e i Comuni del proprio territorio contribuiscano al cofinanziamento del progetto nei limiti della disponibilità del loro bilancio e attraverso prestazioni di servizi, risorse umane e beni mobili e immobili.
La Fondazione Sant’Elia, ente strumentale della Città Metropolitana di Palermo, curerà invece il management di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018 contribuendo a cofinanziare il progetto anche mediante progettualità, servizi, compiti e funzioni.
Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018 verrà celebrato il 31 dicembre e l’1 gennaio 2018, per l’occasione i colori della bandiera italiana illumineranno le facciate di Palazzo delle Aquile, Villa Niscemi, Palazzo Comitini, Palazzo Ziino, Palazzo Sant’Elia, Teatro Massimo, Palazzo Branciforte e Villa Zito.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684