Auchan: confermata chiusura Catania per trenta aprile - QdS

Auchan: confermata chiusura Catania per trenta aprile

redazione

Auchan: confermata chiusura Catania per trenta aprile

sabato 07 Aprile 2018 - 14:40
Auchan: confermata chiusura Catania per trenta aprile

Per salvare i 108 posti l'azienda propone soltanto trasferimenti al Nord. La trattativa aggiornata all'undici aprile. I sindacati: "Intervengano Comune e Prefettura"
 

Il vertice di Auchan ha "confermato la cessazionedell’attività per il trenta aprile dell’ipermercato di Catania" e che "nessun player al momento è interessato al punto vendita di San Giuseppe La Rena".
Lo hanno reso noto le segreterie territoriali di Filcam Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil dopo un incontro con l’azienda.
"Sono purtroppo poche – sottolineano i sindacati – le posizioni disponibili nel territorio per ricollocare i 108 lavoratori che troverebbero eventuale spazio e nuova occupazione nelle regioni settentrionali. La trattativa è stata aggiornata all’11 aprile e i lavoratori continuano dunque a presidiare la galleria dell’ipermercato".
I sindacati chiedono una "soluzione all’interno del territorio catanese, anche attraverso piani di internalizzazione del lavoro come nel settore logistico, che tutte le aziende del Gruppo e consorelle come Sma, Leroy Merlin, Bricoman che negli anni hanno usato manodopera atipica ed a tempo determinato" per "salvaguardare i 108 dipendenti".

Ma Auchan, sostengono i sindacati, "non possiede le credenziali necessarie per discutere di ricollocazione in altre aziende" e "mantiene le sole linee guida di trasferimenti al nord e incentivazioni all’esodo".
La trattativa è stata per questo sospesa e rimandata nei prossimi giorni, sempre in sede aziendale. I sindacati si dicono "insoddisfatti" e hanno "chiesto ad Auchan di farsi carico di una nuova riunione che metta insieme nello stesso tavolo tutte
le aziende che potrebbero scongiurare un’ emorragia occupazionale".
"Oggi – osservano Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil – serve una figura istituzionale e garante per tutti, come la Prefettura e il Comune di Catania, per riportare sulla strada giusta una vertenza delicata e difficile".

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684