Ragusa - Idee per rilanciare il centro storico, Confesercenti a colloquio con il sindaco - QdS

Ragusa – Idee per rilanciare il centro storico, Confesercenti a colloquio con il sindaco

Giovanna Zappulla

Ragusa – Idee per rilanciare il centro storico, Confesercenti a colloquio con il sindaco

martedì 22 Gennaio 2019 - 01:00

Rinvigorire il quartiere anche attraverso l’appoggio a start up di iniziative imprenditoriali giovanili. Attuata anche una campagna contro il fenomeno legato all’uso di sostanze alcoliche e stupefacenti

RAGUSA – Un’inversione di marcia contro l’oramai assodato spopolamento del centro storico a Ragusa attraverso un diktat di rilancio del quartiere e delle sue attività commerciali mediante agevolazioni tributarie e incentivi erogabili all’auspicabile e nascente imprenditorialità giovanile. È questo il leitmotiv della “politica di rilancio” della Confesercenti Ragusa discussa con la locale amministrazione, presieduta dal Sindaco Giuseppe Cassì.
Il rilancio del quartiere passerebbe così dal mantenimento dell’isola pedonale in via Roma e dalla messa a punto di una reale politica di appoggio allo start up di nuove iniziative imprenditoriali giovanili.
Questi alcuni dei tratti “somatici” indicati come utili al rilancio del centro storico, proposto da Confesercenti, e nello specifico dal suo presidente, Luigi Marchi. Occorre così riuscire a contrastare la chiusura, come purtroppo si è già ampiamente registrata, di negozi storici che hanno rappresentato un’epoca felice della locale economia.
A tale scopo è stata, dunque, rigettata, nel dibattito tra la Confesercenti e la locale amministrazione, la proposta del sindaco Cassì di riaprire la via Roma alle automobili, scelta che, a detta di Marchi, risulterebbe controproducente ed in controtendenza, inopportuna alle nuove dinamiche del commercio. Mantenendo l’isola pedonale nel quartiere storico, ha poi aggiunto nella sua nota Marchi, si mantiene vivo l’interesse e l’attrattiva dei cittadini nei confronti del quartiere.
La limitazione della mobilità in quella zona naturalmente riguarda non solo i privati ma anche il sistema di trasporto delle merci. L’obiettivo dev’essere la riduzione degli spostamenti inquinanti attraverso un sistema di approvvigionamento calibrato su misura. Solo così potrà farsi leva sulla qualità ambientale dello spazio che ci circonda e sulla relativa percezione che le persone possano avere dello stesso.
Inoltre, l’apertura di nuovi esercizi commerciali nel centro storico dovrà essere appoggiata con la concessione di una sorta di premio per tutti coloro che intendano scommettere nel proprio futuro, potendo far leva su tasse e balzelli agevolati che troppe volte frenano, e non di poco, gli slanci imprenditoriali giovanili.
E da ultimo, nella “politica” di rilancio del centro storico di Ragusa dettata da Confesercenti, e non da ultimo per importanza, vi è una campagna di comunicazione intestata al Comune, iniziativa imprescindibile nell’era dei social.
La proposta è infatti quella di creare un portale attraverso una rete che convogli tutte le attività commerciali del centro storico allo scopo di esaltarne la visibilità di ciascuna.
Un portale aggregatore di diverse realtà commerciali che inglobi anche la gestione dei social network per intensificare la rete di relazioni puntando al più ampio obiettivo di favorire delle vere e proprie forme di collaborazione e delle proficue attività di co-marketing.

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001