Atlantis: cooperazione Ue-Usa. 6,4 mln per lauree transatlantiche - QdS

Atlantis: cooperazione Ue-Usa. 6,4 mln per lauree transatlantiche

Antonio La Ferrara

Atlantis: cooperazione Ue-Usa. 6,4 mln per lauree transatlantiche

venerdì 18 Marzo 2011 - 00:00

Risorse a progetti che includono la mobilità d’eccellenza e misure relative alle politiche. La Commissione europea sostiene finanziariamente solo i partner dell’Unione

PALERMO – Promuovere una serie di attività innovative e durature incentrate sullo studente nei settori dell’istruzione superiore e della formazione professionale e tra le varie regioni dell’Unione europea e degli Stati Uniti: è questo l’obiettivo del programma Atlantis; è stato infatti pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’unione europea C2/2 del 5 gennaio 2011, un invito a presentare proposte nell’ambito del suddetto programma che riguarda la cooperazione tra Unione Europea e Stati Uniti in materia di istruzione superiore e di formazione professionale e ai fini di realizzare azioni a favore di legami transatlantici e di reti universitarie anche in materia di studi integrati.
Con l’obiettivo di promuovere la comprensione reciproca fra i popoli dell’UE e degli USA, il bando finanzia tre tipi di attività:
1.Progetti di consorzi riguardanti le lauree transatlantiche. Sostegno a consorzi di istituti di istruzione superiore dell’UE e degli USA per attuare programmi di lauree doppie o comuni (definite lauree transatlantiche). Il sostegno include borse per la mobilità di studenti, docenti e personale amministrativo. La durata è di 48 mesi.
2. Progetti di mobilità che prediligono l’eccellenza. Sostegno a progetti nel campo dell’elaborazione di programmi d’insegnamento internazionali che comportano mobilità transatlantica a breve termine non direttamente legata al rilascio di una laurea doppia o comune. Il sostegno include borse per la mobilità di studenti, docenti e personale amministrativo.
3. Misure relative alle politiche. Sostegno a progetti e iniziative multilaterali UE-USA volti a migliorare la collaborazione nel settore dell’istruzione superiore e della formazione professionale. La durata del progetto è di 24 mesi.
I consorzi per lauree transatlantiche devono essere costituiti da 2 istituti comunitari con sede in due diversi Stati UE più un istituto con sede negli USA, oppure due istituti comunitari con sede in due diversi Stati UE e due istituti con sede negli USA. Se il consorzio comprende due partner USA (anche dello stesso Stato) il progetto beneficerà di un contributo superiore.
Per i progetti di mobilità che prediligono l’eccellenza e per le misure relative alle politiche, i consorzi devono essere costituiti da almeno due istituti comunitari con sede in due diversi Stati UE. In questo caso la presenza di partner addizionali non dà diritto ad un contributo superiore.
Possono partecipare ai progetti gli istituti di istruzione e formazione professionali; per le misure relative alle politiche l’invito è aperto anche ad altre organizzazioni, quali agenzie di accreditamento, agenzie o organizzazioni di istruzione, ditte private, gruppi industriali e aziendali, organizzazioni non governative, istituti di ricerca e organismi professionali.


I contributi per consorzio possono arrivare fino a 428 mila euro
La Commissione europea sostiene finanziariamente solo i partner dell’UE; l’importo massimo del contributo comunitario varia in relazione al tipo di progetto: per i consorzi riguardanti le lauree transatlantiche il contributo massimo è pari a € 408.000 o 428.000 (la differenza dipende dal numero di partner USA); per i progetti di mobilità il contributo massimo è pari a € 180.000; infine per i progetti di orientamento strategico il contributo massimo è pari a € 70.000.
Lo stanziamento globale messo a disposizione del bando per i partner dell’Unione europea è di 6,44 milioni di euro con i quali si prevede di finanziare da 7 a 10 progetti riguardanti le lauree transatlantiche, da 7 a 9 progetti di mobilità che prediligono l’eccellenza e da 5 a 7 progetti concernenti le misure relative alle politiche.
La scadenza per la presentazione delle proposte è il 7 aprile 2011.
L’organismo a cui fare riferimento è l’Agenzia esecutiva per l’istruzione, gli audiovisivi e la cultura, Avenue du Bourget 1 – BOUR 02/17 1140 Bruxelles/Brussel Belgique/BELGIË ; per chiedere informazioni è possibile scrivere al seguente indirizzo di posta elettronica : EACEA-EU-US@ec.europa.eu Per maggiori informazioni è possibile consultare il seguente sito internet: http://eacea.ec.europa.eu/bilateral_cooperation/eu_us/funding/calls_2011_en.php#docs.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684