La quinta città isolana ha fatto passi avanti - QdS

La quinta città isolana ha fatto passi avanti

Nicola Digiugno

La quinta città isolana ha fatto passi avanti

mercoledì 16 Novembre 2011 - 00:00

Forum con Angelo Fasulo, sindaco di Gela (Cl)

Come commenta la situazione politica al Comune?
“È tranquilla complessivamente, senza particolari problemi. L’alleanza resta forte, con una base Pd-Mpa e l’appoggio di diversi partiti. Comunque, stiamo cercando di dare un ulteriore slancio all’attività amministrativa e, per questo, interverremo sui settori, sui dirigenti e forse anche sugli assessori”.
Il Comune di Gela ha un Piano aziendale?
“Sì, certamente. Inoltre, con l’Università di Catania è stata avviata una verifica sul piano che riguarda sia l’organizzazione interna, i risultati, le performance e gli obiettivi. Ho solamente un dirigente di ruolo. A tal proposito, sono stati banditi i relativi concorsi. I dipendenti comunali sono circa cinquecento. Vanno considerati altri trecento lavoratori fra società partecipata ed ex Rmi. Cifre importanti, Gela è la quinta città siciliana”.
La pianta organica?
“È stata riorganizzata. È stato faticoso, ma ce l’abbiamo fatta. Ricordo che al mio insediamento c’erano diversi problemi, che abbiamo affrontato con estrema attenzione, insieme ai sindacati, con risultati soddisfacenti”.
Qual è la situazione finanziaria?
“Al mio insediamento la situazione era veramente grave, oggi il quadro è nettamente diverso. In pochi credevano che saremmo riusciti a raggiungere questo obiettivo. C’erano pignoramenti per circa dodici milioni di euro e altre difficoltà. Abbiamo lavorato alacremente per ridurre i debiti, nei limiti del possibile. È stato realizzato subito un elenco cronologico dei creditori, nel rispetto di un preciso obbligo di legge”.
Il bilancio?
“Intorno ai sessanta milioni di euro. Grosso come il contesto in cui operiamo. Quello preventivo speriamo di approvarlo entro dicembre”.
Il Comune ha un Piano del traffico efficiente?
“Prestiamo massima attenzione al Piano per la mobilità urbana, a quello dei trasporti. Non intendiamo trascurare argomenti così importanti, in parte già affrontati dal Consiglio comunale. La programmazione generale è uno dei punti fondamentali dell’azione amministrativa. A ciò sì aggiunge anche il Piano commerciale, a breve all’esame del civico consesso. Inoltre, proprio l’anno scorso è stato adottato il Piano regolatore generale. Sulla pianificazione non è stato tralasciato nulla. Anche sul fronte dei regolamenti, ne sono stati rifatti diversi come quello relativo all’utilizzo delle aree pubbliche”.
La raccolta differenziata?
“Stiamo completando il lavoro avviato in alcuni quartieri, con nuovi sacchi e contenitori. I dati sono in corso di elaborazione, ma indicativamente pensiamo di essere al di sopra del venti per cento, una percentuale che può definirsi buona. Si sta operando per raggiungere risultati ancora più gratificanti. È stato istituito il centro di raccolta temporaneo”.
La città è pulita?
“Sì. Il servizio di raccolta avviene costantemente in tutto il territorio, anche lungo le spiagge. Non sono solo io a dirlo, anche quanti arrivano a Gela. Già in estate sono giunti apprezzamenti e complimenti in tal senso. Persino la qualità del nostro mare è migliorata di gran lunga rispetto al passato. Questo è un dato che si evince dalle analisi e che merita di essere giustamente evidenziato”.
Il verde?
“Sono stati piantati circa tremila alberi. La manutenzione degli spazi verdi avviene con regolarità. E recupereremo il Parco di Montelungo”.
I finanziamenti europei?
“Siamo fra i primi per quanto riguarda Pisu e Pist, relativamente a qualità, attendibilità e coerenza dei progetti presentati. Stiamo parlando di piccoli finanziamenti. Sui grossi decide la politica. E a tal riguardo siamo stati tagliati fuori. Sarebbe opportuno che ci finanziassero la Circonvallazione e il Porto”.
Gli uffici sono informatizzati?
“Quasi tutti ormai. Abbiamo messo su anche un nuovo sito ufficiale. La Pec è attiva in tutti gli uffici”.
Prossimi obiettivi?
“Cominciamo dalla Piscina comunale. C’è anche altro come un progetto agro-energetico fra più importanti in Italia. Le iniziative non mancano.

“Ci siamo liberati in gran parte del peso degli immobili in affitto risparmiando centinaia di migliaia di euro”
Il fenomeno dell’abusivismo edilizio?
“È stato ridotto del cinquanta per cento nel volgere di un anno. Il risultato riguarda chiaramente nuovi reati ed è stato raggiunto dopo il taglio di luce, acqua e altri servizi alle costruzioni abusive. In calo anche i reati di micro-criminalità, merito che va riconosciuto alle forze dell’ordine e della prefettura, attraverso un lavoro sinergico con le istituzioni”.
Gli affitti pagati dal Comune?
“Ci siamo liberati in gran parte di questo peso, per centinaia di migliaia di euro. È rimasta solo una scuola in affitto. Un risparmio di notevole rilevanza”.
La tassa di soggiorno?
“Non c’è ancora, ma probabilmente sarà realtà anche a Gela. Abbiamo registrato il trenta per cento di presenze turistiche in più nell’ultimo anno. Anche questo è un dato ufficiale della Regione, grazie anche a convegni e riunioni di carattere nazionale e internazionale. Si è registrato un notevole movimento nelle nostre strutture balneari”.
Altre iniziative?
“Il nuovo tribunale è stato completato e verrà inaugurato tra gennaio e febbraio, si aspettano gli arredi”.

Curriculum
Angelo Fasulo, 46 anni, è il sindaco di Gela. Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza a Palermo. Consigliere comunale appena ventenne con la Democrazia cristiana, svolge la professione di avvocato ed è docente di Diritto ed Economia. È stato consigliere della Provincia di Caltanissetta dal 2001 al 2006, con il partito della Margherita e dal 2006 al 2010 con il Partito democratico. Figlio d’arte: il padre ha ricoperto la carica di presidente della Provincia nei primi anni ‘90.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684