Acireale, l’ospedale torna a occuparsi dell’ordinario - QdS

Acireale, l’ospedale torna a occuparsi dell’ordinario

redazione

Acireale, l’ospedale torna a occuparsi dell’ordinario

mercoledì 23 Giugno 2021 - 00:02

Il primo servizio a essere attivato è il punto nascita, a seguire verranno ripristinati gli altri reparti. Ieri l’incontro tra il direttore generale dell’Asp e il comitato “Libero ospedale”

Partita la riconversione alle attività ordinarie dell’Ospedale di Acireale. Il primo servizio ad essere stato riattivato è il Punto nascita. Progressivamente verranno riattivati tutti gli altri, seguendo una programmazione che è in corso di definizione da parte della Direzione medica del Presidio.

Secondo le disposizioni dell’assessorato regionale della Salute, l’Asp di Catania riconvertirà nell’Ospedale di Acireale anche n. 18 posti letto di degenza ordinaria e n. 8 posti letto di terapia intensiva Covid in altrettanti posti letto no Covid, restituendo così tutti i posti letto del nosocomio all’ordinaria erogazione assistenziale.

Il processo di riconversione è attentamente monitorato dal Direttore sanitario dell’Asp di Catania che si è più volte recato presso la struttura per verificare il rispetto della programmazione. Di questo si è parlato anche ieri mattina, nel corso di un incontro richiesto dal Comitato Libero Ospedale di Acireale, con il direttore generale dell’Asp di Catania, Maurizio Lanza. Presente il direttore sanitario, Antonino Rapisarda.

La delegazione del Comitato, guidata dal suo presidente Gianluca Cannavò, ringraziando Lanza e Rapisarda per la disponibilità e per l’attenzione alle esigenze della comunità acese, hanno richiesto il ritorno alla normalità dei servizi ospedalieri, ritenendo non più rinviabile il processo di riconversione dei posti letto Covid in posti letto no Covid.

Il manager Lanza ha rassicurato i rappresentanti del Comitato sull’avvio della riconversione dei posti letto e sul graduale ritorno alla normalità nell’erogazione delle prestazioni sanitarie dell’Ospedale. Soddisfazione per l’esito dell’incontro è stato espresso dalla delegazione del Comitato che ha rappresentato al manager Lanza apprezzamento e piena disponibilità.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684