Agrigento, sicurezza in primo piano sulla “Strada degli scrittori" - QdS

Agrigento, sicurezza in primo piano sulla “Strada degli scrittori”

Irene Milisenda

Agrigento, sicurezza in primo piano sulla “Strada degli scrittori”

mercoledì 05 Maggio 2021 - 00:00

L’avanzamento dei lavori sulla Ss 640 ha già prodotto i primi effetti positivi con una drastica diminuzione degli incidenti. Adesso si attende il completamento degli interventi in corso

AGRIGENTO – Dopo l’apertura degli ultimi tratti lungo la Strada statale 640, la “Strada degli scrittori”, i lavori proseguono spediti. Mancano sette chilometri al completamento, affinché anche l’ultimo tratto che riguarda l’ex scorrimento veloce possa essere consegnato, si spera entro la fine del prossimo anno. “Un anno e mezzo fa – ha commentato il sottosegretario alle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri – abbiamo trovato un cantiere fermo e abbandonato, nessuno avrebbe scommesso sulla ripresa dei lavori. Per questo continuerò a monitorare i lavori e racconterò ai siciliani come l’impegno e la presenza sul territorio possano concretizzarsi in fatti”.

L’ammodernamento della Ss 640, trasformata nell’unica strada extraurbana principale della provincia di Agrigento, ha determinato un netto calo degli incidenti stradali, soprattutto mortali, in quella che una vola era stata denominata “strada della morte”. È questo quello che è emerso da un’attenta analisi elaborata dal dirigente della Polizia stradale, il vice questore Andrea Morreale, e dalla Procura della Repubblica. “Al di là della distrazione alla guida – ha spiegato – che resta il fattore di gran lunga dominante in tema di incidente stradale, con la recente trasformazione della Statale 640 si può notare come nei tratti ammodernati non succeda quasi più nulla, mentre in quelli non ammodernati si continuano a registrare incidenti”.

Dai dati si evince che gli incidenti verificatisi sul nuovo tracciato, con caratteristiche autostradali a partire dal 2017, anno dell’inaugurazione di un significativo tratto ammodernato, sono stati 27, di questi solo due mortali, dodici con feriti e tredici con soli danni. In un quadriennio, nel tratto ammodernato si è registrato solo il 29 per cento degli incidenti totali, il 29 per cento dei sinistri mortali, il 26 per cento con feriti e il 34 per cento con soli danni. Il tutto a fronte di una lunghezza del nuovo tracciato che è superiore, seppur di poco, rispetto a quello non ammodernato o ancora in cantiere.

A prescindere da questa nota positiva, globalmente però la situazione delle Strade statali in provincia resta critico, per non parlare delle Strade provinciali, molte delle quali chiuse per problemi di varia natura. Una situazione che non incide soltanto sul fronte della sicurezza ma che si ripercuote anche sull’economia di tutto il territorio agrigentino.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684