L’Università ai tempi del Coronavirus, lauree on-line - QdS

L’Università ai tempi del Coronavirus, lauree on-line

Irene Milisenda

L’Università ai tempi del Coronavirus, lauree on-line

venerdì 20 Marzo 2020 - 00:00
L’Università ai tempi del Coronavirus, lauree on-line

L’esperienza di una studente agrigentina, che ha discusso la tesi grazie alle tecnologie web. Il rettore UniPa, Fabrizio Micari: “Andiamo avanti lo stesso, tutelando la salute di tutti”

AGRIGENTO – Dallo smart working alle discussioni di tesi per via telematica. La diffusione del Covid-19 nel nostro Paese sta stravolgendo le nostre giornate, le nostre abitudini e la didattica a distanza è diventata ormai una realtà per tutti gli studenti. Anche nelle Università stanno seguendo questa innovativa modalità e l’Ateneo di Palermo (cui fa capo il Polo di Agrigento) si è attrezzata con strumenti di videocomunicazione e servizi web per potere garantire agli studenti il proseguimento degli studi.

“Il nostro dovere come Università – ha detto il rettore Fabrizio Micari – è quello di dare un segnale, continuare ad andare avanti, utilizzando le nuove tecnologie a disposizione per proseguire le attività tutelando la salute di tutti. Siamo consapevoli che non potersi laureare in presenza di parenti e amici rappresenti un sacrificio, ma non appena la situazione ce lo consentirà, speriamo il prima possibile, celebreremo i laureati con momenti di festa e cerimonie di proclamazione”.

“Tutti insieme – ha concluso il rettore – stiamo affrontando questo momento con grande impegno, forza, orgoglio, in un profondo spirito di consapevolezza, collaborazione e senso delle istituzioni”.

A raccontarci di questa nuova esperienza è Miriam Di Caro, studentessa che vive a Favara e lo scorso 16 marzo è stata proclamata dottoressa in Lettere moderne presso l’Università degli studi di Palermo con la tesi “La conversazione: nascita e declino di un modello culturale”, seguita dalla docente Ambra Carta.

“Quando ho saputo della discussione online – spiega – mi sono sentita molto triste all’idea di non poter condividere fisicamente questo traguardo tanto atteso e agognato, ma ho dovuto rispettare le disposizioni, certa che sarebbe stato comunque un momento speciale”.

“Ho studiato la mia tesi – aggiunge – e mi sono preparata a esporla come solitamente si fa in una classica seduta di laurea. L’unica differenza è che ho dovuto farlo in videoconferenza. Certamente discutere davanti a spettatori virtuali è stata un’esperienza sui generis, singolare, ma comunque emozionante”.

“Il mio prossimo traguardo – conclude – sarà la laurea in Italianistica, per poter entrare a far parte del mondo della scuola, questa volta, spero, da insegnante”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684