Alcamo, proprietario pizzeria aggredisce assessore alla Mobilità per pista ciclabile - QdS

Alcamo, proprietario pizzeria aggredisce assessore alla Mobilità per pista ciclabile

redazione

Alcamo, proprietario pizzeria aggredisce assessore alla Mobilità per pista ciclabile

giovedì 12 Settembre 2019 - 17:53

L'amministratore, Giuseppe Campo, ha una caviglia fratturata. Il sindaco della città, Domenico Surdi, su Facebook, "Si può essere d'accordo o meno sulla realizzazione, si può discutere e criticare, ma a tutto c'è un limite"

L’assessore alla Mobilità sostenibile del Comune di Alcamo, Giuseppe Campo, è stato aggredito dal titolare di un esercizio commerciale contrario alla pista ciclabile appena realizzata.

Il componente la giunta è caduto fratturandosi una caviglia.

“Si può essere d’accordo o meno alla realizzazione della pista ciclabile, si può discutere e criticare, ma a tutto c’è un limite. Ed è stato ampiamente superato”, ha scritto sulla sua pagina Facebook il sindaco di Alcamo, Domenico Surdi (a destra nella foto con il suo assessore), condannando l’aggressione.

Campo è stato inseguito dall’esercente di una pizzeria con un casco in mano, mentre stava per percorrere a piedi con i suoi familiari e un gruppo di cittadini la via ciclabile della città.

“La mia massima solidarietà e vicinanza all’assessore”, afferma il deputato alla Camera, del M5s Antonio Lombardo.

“Al professore Campo – aggiunge – vanno i miei migliori auguri di una prontissima guarigione e l’incoraggiamento a proseguire nell’attività amministrativa che lui e lo staff del sindaco Surdi stanno portando avanti con efficacia e determinazione in città”. Si tratta di un episodio gravissimo ai danni di un rappresentante della comunità e delle istituzioni – i deputati del gruppo M5s all’Ars – che svilisce e mortifica l’intera cittadinanza”.

“A Campo e ai familiari che hanno loro malgrado assistito a questa scena di violenza, giunga la nostra totale solidarietà”, dice la deputata regionale alcamese del movimento Valentina Palmeri.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684