Ars, ok a rinvio del voto per le ex Province - QdS

Ars, ok a rinvio del voto per le ex Province

redazione web

Ars, ok a rinvio del voto per le ex Province

mercoledì 19 Febbraio 2020 - 19:29
Ars, ok a rinvio del voto per le ex Province

Elezioni secondo livello tra il quindici settembre e il quindici ottobre. L'Assemblea regionale siciliana ha approvato anche la legge-voto per l'inserimento della condizione di insularità nello Statuto

L’Ars ha approvato il rinvio delle elezioni nelle ex Province: 31 i voti a favore del ddl, nessun contrario e due astenuti.

I deputati del M5s non hanno votato, come preannunciato dalle parlamentari Gianina Ciancio ed Elena Pagana, intervenute durante la seduta, criticando “l’ennesimo rinvio”.

Il voto è previsto tra il 15 settembre e il 15 ottobre.

Intanto saranno prorogati gli incarichi dei commissari.

“Insediare entro aprile le assemblee dei sindaci dei liberi consorzi e delle città metropolitane per garantire collegialità e partecipazione migliorando l’attività delle ex province già prima delle elezioni di secondo livello”.

Lo ha detto in aula il capogruppo Pd Giuseppe Lupo illustrando ai parlamentari dell’Ars un emendamento al ddl sul voto per le ex Province, poi approvato dall’aula.

Ok anche alla legge-voto sull’insularità in Statuto

Dopo l’ok al rinvio del voto nelle ex Province, l’Ars ha approvato la legge-voto per l’inserimento della condizione di insularità nello Statuto.

“Una lunga battaglia che giunge a compimento, nella quale abbiamo lavorato per 3 anni, e che adesso passa al Parlamento nazionale” , dice l’assessore regionale all’Economia, Gaetano Armao che fa i complimenti ai deputati che hanno spinto il ddl (Figuccia, Lo Curto, Bulla, Galvagno, Aricò, Pullara).

“Ma sopratutto – aggiunge – al Movimento Unione dei siciliani che ha lanciato la proposta”.

La norma prevede che “lo Stato riconosce gli svantaggi derivanti dalla condizione di insularità e garantisce le misure e gli interventi conseguenti per assicurare la piena fruizione dei diritti di cittadinanza dei siciliani”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684