Agrigento, una fast track in Cardiologia a servizio dei soggetti fragili - QdS

Agrigento, una fast track in Cardiologia a servizio dei soggetti fragili

redazione

Agrigento, una fast track in Cardiologia a servizio dei soggetti fragili

venerdì 17 Giugno 2022 - 09:14

L’iniziativa su cui stanno lavorando i vertici dell’Asp ha l’obiettivo di fornire prestazioni urgenti di primo livello ai pazienti oncologici e alle donne in stato di gravidanza

AGRIGENTO – Work in progress all’interno dell’Azienda sanitaria provinciale per la creazione di una corsia d’accesso privilegiata destinata pazienti oncologici e alle donne in gravidanza che necessitano di prestazioni cardiologiche urgenti di primo livello.

La Direzione strategica, attraverso il coinvolgimento attivo dei direttori sanitari dei cinque presidi ospedalieri della provincia, del Dipartimento Cardiovascolare e dei primari delle unità di Cardiologia, sta cercando di mettere a punto una vera e propria fast track per garantire a queste categorie di pazienti fragili le prestazioni di cui necessitano nel modo più rapido e confortevole.

Allo studio di fattibilità per giungere, a breve, alla definizione di un protocollo operativo vi sono alcune proposte cardine fra le quali, innanzitutto, l’intenzione di orientare le richieste delle gestanti e dei pazienti oncologici direttamente verso i reparti di Cardiologia. Ogni unità dovrà assicurare l’erogazione del servizio nel più breve lasso di tempo possibile, comunque in giornata, ed è in previsione la possibilità che si pre-consideri la disponibilità di almeno una o due prestazioni giornaliere per questo target d’utenza.

I pazienti fragili dovranno accedere con ricetta del Servizio sanitario nazionale prescritta dal medico di medicina generale o dallo specialista, recante la classe di priorità, che attesti il carattere di urgenza oltre che riportare il codice di esenzione (gravidanza o patologia oncologica).

“Ritengo – ha detto il commissario straordinario dell’Asp, Mario Zappia – che ridurre i tempi di attesa e incrementare il confort dei pazienti fragili sia sempre da considerare un atto dovuto. La priorità per i pazienti oncologici e per le gestanti in Cardiologia mitiga lo stato di sofferenza e si traduce in un gesto di senso civico e altruismo”.

La procedura, una volta partita, sarà oggetto di monitoraggio costante con l’introduzione di possibili revisioni e migliorie da porre in essere anche con il coinvolgimento diretto delle associazioni di volontariato che operano nel settore.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684