Assegno temporaneo figli, ritardi dell'Inps e tempi ristretti, "Proroga necessaria" - QdS

Assegno temporaneo figli, ritardi dell’Inps e tempi ristretti, “Proroga necessaria”

Ivana Zimbone

Assegno temporaneo figli, ritardi dell’Inps e tempi ristretti, “Proroga necessaria”

domenica 26 Settembre 2021 - 13:40

Tempi ristretti per ottenere l'Isee, domande respinte, richieste sospese e ritardi nei pagamenti. Le famiglie chiedono una proroga e una migliore campagna di comunicazione.

L’assegno temporaneo per i figli sembrava aver risolto molte delle questioni rimaste in sospeso con gli assegni familiari. E poter garantire l’accesso al sussidio a una platea più ampia di famiglie, includendo finalmente anche i disoccupati, i liberi professionisti e i percettori del Reddito di cittadinanza. Ma è già polemica sui ritardi dell’Inps e su altre questioni burocratiche che hanno escluso un gran numero di nuclei familiari.

ASSEGNO TEMPORANEO, MISURA TRANSITORIA

Il Consiglio dei ministri ha approvato nel giugno scorso l’assegno temporaneo. Un supporto per le famiglie con figli da luglio a dicembre 2021 che da gennaio dovrà essere sostituito dalla piena attuazione dell’assegno unico e universale, che semplificherà le misure a sostegno della genitorialità. La prestazione transitoria è rivolta alle famiglie in possesso dei requisiti previsti dalla legge per ogni figlio minore di 18 anni, inclusi i figli minori adottati e in affido preadottivo. E va dai 30 ai 167,5 euro per ciascun figlio in funzione della proprio reddito. Ne hanno diritto le famiglie con Isee fino ai 50mila euro (qui maggiori dettagli).

LE CRITICITÀ RISCONTRATE

Secondo quanto comunicato dall’Inps, le richieste inoltrate entro il 30 settembre 2021 consentono ai nuclei familiari di percepire tutte le mensilità arretrate, da luglio in poi. Quelle successive, invece, comportano la loro perdita. Ma è già polemica per la lentezza nell’erogazione dei pagamenti da parte dell’Inps e per i soliti problemi burocratici che hanno comportato il ritardo delle domande di molte famiglie.

Per l’istanza, infatti, è necessario possedere la certificazione Isee, difficile da ottenere in tempi brevi nei mesi estivi, quando i Caf sono chiusi e le famiglie in vacanza.
Inoltre, la comunicazione ai cittadini non sarebbe stata particolarmente efficace, cosicché molti non sarebbero stati a conoscenza di quanto avrebbero potuto chiedere. A questi problemi si sommano le tante domande respinte da parte dell’Istituto senza chiarire adeguatamente le motivazioni e quelle che, ancora, rimangono sospese.

A denunciare le criticità è anche il Forum delle Associazioni Familiari che chiede a gran voce una proroga della scadenza, dal 30 settembre al 30 ottobre, per ricevere le mensilità retroattive da luglio a settembre dell’assegno temporaneo. E una migliore campagna di comunicazione che possa essere capillare e consentire l’accesso alle famiglie finora escluse.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684