Avviato “Insieme possiamo” per i giovani di Catenanuova - QdS

Avviato “Insieme possiamo” per i giovani di Catenanuova

Saccullo Simona

Avviato “Insieme possiamo” per i giovani di Catenanuova

martedì 20 Luglio 2021 - 00:00

Ragazzi compresi nella fascia d’età tra i sei e i dodici anni saranno impegnati fino al prossimo 10 settembre nei locali del Centro culturale polivalente per attività di carattere ludico e ricreativo

CATENANUOVA (EN) – Per i bambini dai sei ai dodici anni è stato avviato il progetto “Insieme possiamo”, operativo – all’interno dei locali del Centro culturale polivalente – fino al prossimo 10 settembre.

Per oltre due mesi i volontari del Servizio civile universale (una quindicina di ragazze e ragazzi) si prenderanno cura dei più giovani per rendere quanto più piacevole possibile i mesi estivi. “Il progetto – ha spiegato il sindaco Carmelo Scravaglieri – è scaturito da un’attenta analisi dei bisogni del bambino preadolescente che, concluse le attività scolastiche, si trova spesso in situazioni e contesti poco stimolanti e necessita di momenti ricreativi e di socializzazione. Nel contempo, l’iniziativa intende andare incontro alle esigenze dei genitori lavoratori, perché garantisce la custodia del minore, contribuendo alla sua crescita personale”.

Il progetto si articola in cinque azioni: Conoscerci, Conoscere il passato, Scoprire il futuro, Conoscere il mondo e Fare teatro. Gli ambienti vengono continuamente sanificati e sono poste in essere tutte le precauzioni per contrastare la diffusione del Covid-19. Il Centro estivo offre così un servizio alla collettività, assicurando un importante ruolo fra le agenzie educative primarie, che sono la scuola e la famiglia.

I giovani vengono impegnati in attività manuali, sport e attività fisiche, attività teatrali, cineforum, momenti di cultura e altro. L’iniziativa è stata promossa dai Servizi sociali del Comune con i volontari del servizio civile universale.

Come sottolineato dal Comune, l’obiettivo “è spingere i giovani a Conoscere e crescere, Curiosare ed esplorare, Dire e ascoltare, Giocare e immaginare, Creare e inventare. Il fine è promuovere nei bambini lo sviluppo della creatività, il potenziamento cognitivo, la psicomotricità e la socializzazione”.

L’iniziativa, dunque, ha importanti finalità educative e socio-ricreative, specie dopo questo lungo periodo di isolamento relazionale a causa della pandemia. Il bambino preadolescente è considerato al centro di tale progetto, protagonista del processo di crescita personale e della comunità.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684