Bollette, tutti i partiti di governo chiedono di calmierarle - QdS

Bollette, tutti i partiti di governo chiedono di calmierarle

redazione web

Bollette, tutti i partiti di governo chiedono di calmierarle

mercoledì 15 Settembre 2021 - 06:23

E il ministro Cingolani, che aveva lanciato l'allarme rincari nel settore energia, conferma come il Governo sia "impegnato per mitigarle". Il premier Draghi, "Stato pronto ad aiutare i cittadini"

“Questo aumento delle bollette è assolutamente eccessivo, qualunque siano le ragioni globali che lo provocano: ci vuole un intervento del Governo per ridurre una tantum gli oneri di sistema e così limitare un impatto che è una gelata sui consumi delle #famiglie e sulla #ripresa”.

Lo ha scritto in un tweet il segretario del Pd Enrico Letta, ma anche gli altri partiti della composita maggioranza che appoggia Mario Draghi, sono sulla stessa linea: da Fi, a LeU, alla Lega, tutti concordi nel chiedere al Governo di intervenire per il taglio delle bollette che, secondo il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, rischiano di crescere del quaranta per cento.

E il premier Draghi, intervenendo al forum italo-tedesco, ha rassicurato gli italiani, affermando che “lo Stato dev’esser pronto ad aiutare cittadini e imprese nell’affrontare i costi della complessa trasformazione” legata al Next Generation Ue.

“Le variazioni delle bollette – ha confermato Cingolani – sono stabilite ogni trimestre dall’Autorità per l’Energia sulla base del costo delle materie prime come il gas e dal costo della CO2. E il Governo è fortemente impegnato per la mitigazione dei costi delle bollette dovuti a queste congiunture internazionali e per fare in modo che la transizione verso le energie più sostenibili sia rapida e non penalizzi le famiglie”.

“Il caro bollette – ha scritto su Facebook Antonio Misiani, responsabile Economia nella Segreteria del Pd – è una mazzata per le famiglie e le imprese e rischia di compromettere la ripresa. Quindi chiediamo al Governo di stanziare le risorse necessarie per tutelare i consumatori dagli aumenti”.

“L’impennata senza precedenti delle bollette energetiche – ha aggiunto – conferma la necessità di rafforzare gli strumenti per rendere socialmente sostenibile la transizione ecologica. Paesi come Spagna e Germania stanno varando iniziative legislative, spostando parte degli oneri di sistema ad altre fonti di finanziamento”.

A chiedere il taglio delle tasse sulle bollette energetiche è anche Forza Italia, che con il deputato Sestino Giacomoni, membro del coordinamento di presidenza del partito, ha detto: “Per quanto riguarda l’aumento delle bollette, troviamo insieme, in Commissione, una soluzione: la nostra proposta è niente Iva”.

“A fronte di un aumento così sostanzioso delle bollette – ha concluso -, lo Stato abbia il coraggio di non imporre alcuna gabella”.

“Ho chiesto a nome della Lega al presidente Draghi interventi per tagliare la parte di tasse che appesantisce le bollette” ha detto da parte sua il capo del Carroccio Matteo Salvini, auspicando “che questo aumento arrivi a zero”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001