Caltagirone per due giorni capitale della bioeconomia - QdS

Caltagirone per due giorni capitale della bioeconomia

redazione

Caltagirone per due giorni capitale della bioeconomia

martedì 22 Settembre 2020 - 00:00

“La bioeconomia è la nuova sfida del nostro territorio, impegnato a passare dalla teoria alle pratiche concrete e reali, in un percorso nuovo, in cui la zona industriale di Caltagirone può diventare fortemente attrattiva per una serie di iniziative imprenditoriali che già si affacciano, capaci di creare sviluppo nel totale rispetto dell’ambiente”. Parole del sindaco Gino Ioppolo che, affiancato dagli assessori Luca Distefano e Antonino Navanzino, ha presentato in Municipio la Giornata nazionale della Bioeconomia.

L’evento, lanciato dal Cluster Spring e da Assobiotec-Federchimica, avrà nella città della ceramica uno dei 14 centri protagonisti in Italia, ospitando, mercoledì 23 e giovedì 24 settembre, a Villa Patti, un convegno per discutere della bioeconomia circolare come leva di sviluppo territoriale partendo dal caso Sicilia. Con alcuni dei maggiori stakeholder del settore nazionali e regionali, l’evento, organizzato con la collaborazione del Comune di Caltagirone e il patrocinio dell’Irfis – Finanziaria per lo sviluppo della Sicilia, mira a raccontare come la bioeconomia sia una realtà già consolidata oggi, su cui occorre puntare per conciliare crescita economica e sostenibilità ambientale.

A Caltagirone saranno presenti investitori, imprese, associazioni di settore, mondo della ricerca e istituzioni a rappresentare come l’Italia sia un’eccellenza nel campo della bioeconomia circolare, ma anche quanto sia necessario un piano d’azione finalizzato a dispiegare al meglio il grande potenziale presente. Annunciati, fra i presenti alla Giornata, per le conclusioni previste alle 12,30 di giovedì 24, il ministro per il Sud e la Coesione territoriale Giuseppe Provenzano e il presidente della Regione Nello Musumeci.

“L’auspicio – ha aggiunto Ioppolo – è che si determinino contatti, relazioni, affinché progetti e iniziative possano trovare la giusta interlocuzione e accoglienza dai soggetti finanziatori. è una grande opportunità, che vogliamo cogliere al meglio per offrire al territorio nuove occasioni di crescita”.

“La bioeconomia – ha detto Mario Bonaccorso, di Assobiotec-Federchimica, Cluster nazionale della Chimica verde Spring – è uno dei pilastri del Green New Deal per creare posti di lavoro altamente qualificati nel totale rispetto dell’ambiente. La Sicilia dimostra di avere le carte in regola per essere protagonista in questo settore, e Caltagirone in particolare si pone come hub per la bioeconomia circolare, ospitando imprese innovative, attori significativi del mondo agroalimentare e realtà della ricerca”.

La Giornata (per partecipare www.clusterspring.it/…/bioeconomy-day-24…/) sarà aperta, mercoledì 23 settembre, alle 17, a Villa Patti, dal workshop, animato dal confronto con le imprese, su: “Come finanziare la bioeconomia circolare”. I lavori, introdotti e coordinati da Mario Bonaccorso (Assobiotec-Federchimica), saranno caratterizzati dai saluti del vescovo di Caltagirone, Calogero Peri, e dagli interventi di: Anna Monticelli (Head of Circular Economy Desk Intesa San Paolo Innovation Center), Adolfo Landi (presidente Ircac), Giacomo Gargano (commissario Irfis-FinSicilia Spa), Paolo Praticò (responsabile Area Grandi investimenti e Sviluppo imprese Invitalia), Giovanni Scrofani (responsabile Fondo Minibond Zenit Sgr Spa), Carmelo Frittitta (Dg Dipartimento Attività produttive Regione siciliana).

Giovedì 24 settembre, nel suggestivo Salone vescovile a Palazzo Libertini, “restituito alla fruizione pubblica – afferma il sindaco Gino Ioppolo – e pronto ad accogliere gli autorevoli partecipanti a un evento così significativo”, si terrà la sessione plenaria, sul tema: “La bioeconomia circolare in Sicilia: dalla ricerca all’industria”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684