Caltanissetta, raccolta firme per migliorare i servizi agli studenti - QdS

Caltanissetta, raccolta firme per migliorare i servizi agli studenti

redazione

Caltanissetta, raccolta firme per migliorare i servizi agli studenti

sabato 09 Ottobre 2021 - 00:10

Dopo il dibattito nato dalla proposta di trasferire i corsi di laurea nell’ex scuola media Capuana, il circolo Pd Guido Faletra ha presentato quattro proposte per aumentare la qualità degli studenti

CALTANISSETTA – Allestire spazi che possano rimanere aperti anche in orario serale così da garantire agli studenti e alle studentesse della città aree studio e degli spazi di co-working. A Caltanissetta, infatti, non esiste nessuna struttura in grado di offrire spazi che consentano di ritrovarsi, lavorare e studiare: la biblioteca Scarabelli chiude alle ore 18 e non è utilizzabile il fine settimana, lo stesso vale per il Cefpas. È una delle quattro proposte lanciate dal circolo Pd Guido Faletra presieduto da Carlo Vagginelli a seguito del dibattito nato sulla proposta di trasferire i corsi di laurea nei locali della ex scuola media L. Capuana.

“Si tratta di una proposta interessante – afferma il segretario del Circolo del Pd – che sta suscitando dibattito ed in alcuni casi legittime perplessità ma che avrebbe il merito di portare centinaia di giovani nel nostro centro storico favorendo il rilancio e la rigenerazione della parte più antica e suggestiva della città. Ancora una volta l’Università dimostra di poter essere un importante fattore di sviluppo per Caltanissetta tanto sul piano economico ed urbanistico, quanto su quello sociale e culturale. È anche per questa ragione che occorrerebbe chiedersi cosa si stia facendo per fare di Caltanissetta un luogo accogliente ed amichevole per gli studenti universitari”.

“I giovani che frequentano i corsi di laurea attivi in città sono circa 800 – prosegue Vagginelli – ma gran parte di loro resta ai margini della vita pubblica a causa del sostanziale disinteresse con cui la politica e le amministrazioni locali hanno guardato al mondo universitario. Per rendersene conto è sufficiente prendere in considerazione alcuni dati: non sono presenti aule studio facilmente utilizzabili, non esistono politiche della mobilità che incentivino il ricorso al trasporto pubblico da parte dei più giovani, non vengono programmate iniziative culturali e ricreative specificamente rivolte al mondo universitario, non si lavora adeguatamente per favorire l’interazione tra l’Università e le imprese. La vita universitaria in città è spesso difficile ed insoddisfacente, noi vorremmo provare ad invertire la rotta”.

Altra proposta offerta dal circolo è quella di prevedere il trasporto gratuito per gli studenti e le studentesse iscritte ai corsi di laurea presenti in città. Un’azione che oltre a un segnale di attenzione nei confronti del mondo universitario sosterrebbe la mobilità sostenibile.

Per rendere parte attiva gli studenti alla vita cittadina il circolo del Pd propone di riconoscere loro il diritto di prender parte all’approvazione del bilancio partecipativo anche qualora non residenti a Caltanissetta e chiede al contempo l’istituzione di un comitato permanente che coinvolga con finalità consultive le rappresentanze studentesche presenti in città.

Ultima proposta la possibilità di realizzare laboratori di ricerca applicata che potrebbero consentire l’interazione tra Università, imprese e mondo del lavoro facilitando in questo modo la ricerca applicata nei settori dell’agricoltura di qualità, della produzione di energia rinnovabile e delle scienze della vita. Il Comune potrebbe favorire il raggiungimento di questo obiettivo promuovendo il confronto e la definizione di strategie di collaborazione tra tutti i soggetti interessati.

Proposte che possono essere sostenute con la propria firma cliccando sul link https://forms.gle/7a5AxVuBcE9wB75f9 e che il Circolo del Pd Faletra vuole discutere con la Consulta degli studenti e il Consorzio Universitario.

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684