Caltanissetta, il sindaco Gambino punta già a un nuovo mandato - QdS

Caltanissetta, il sindaco Gambino punta già a un nuovo mandato

Annalisa Giunta

Caltanissetta, il sindaco Gambino punta già a un nuovo mandato

mercoledì 04 Gennaio 2023 - 09:03

Il primo cittadino ha fatto il punto sui risultati raggiunti finora e soprattutto anticipato gli obiettivi per il 2023. Confermata la volontà di guidare l’Amministrazione per altri cinque anni

CALTANISSETTA – Il Comune è stato ammesso dall’Agenzia della Coesione territoriale della presidenza del Consiglio dei Ministri alla procedura concertativo-negoziale per il finanziamento di oltre 8 milioni di euro per la realizzazione del Polo logistico ed espositivo che nascerà a Xirbi, nell’immobile assegnato dall’Agenzia dei Beni confiscati alla mafia. È questa una delle novità annunciate dal sindaco Roberto Gambino per tracciare un bilancio dell’anno appena concluso e fare il punto sugli obiettivi del 2023.

Il Polo, punto centrale del progetto dello stile della Dieta mediterranea, è stato già finanziato con il programma “Italia city branding 2020” di Investitailia con 732.146 euro ed è già stato aggiudicato l’appalto europeo.

“Noi – ha spiegato il sindaco – abbiamo ricevuto, e siamo uno dei pochi casi in Italia, l’incarico della progettazione definitiva ed esecutiva per cui in seno al Tavolo di concertazione potremmo avere altri fondi sul progetto che vedrà materializzarsi il Parco di stile di vita mediterraneo. Un progetto che si somma al raddoppio già appaltato del binario Xirbi-Aeroporto Fontanarossa, che nel 2026 unirà Caltanissetta all’aeroporto di Catania in quaranta minuti. Questo è fare sviluppo del territorio, questo è il futuro della nostra città. Lo dico con una punta di orgoglio: questo è il primo vero piano strategico di sviluppo di una città che a noi è stata consegnata a pezzi. Dopo le miniere non c’è mai stata un’idea di sviluppo. Noi in soli tre anni e mezzo raggiungiamo risultati, non facciamo teoria ma fatti”.

Ma ci sono ancora tante battaglie da portare avanti, tra cui quelle per la sanità. “Siamo alle prese – ha detto Gambino – con una vera e propria emergenza sanitaria ed è per questo che chiederò al prefetto di istituire una Conferenza provinciale permanente che possa interagire con il Governo nazionale e con quello regionale. Un osservatorio prioritario sulle problematiche delle persone che si recano non soltanto al Sant’Elia ma che hanno diritto di effettuare gli accertamenti nelle altre strutture sanitarie senza aspettare oltre un anno”.

Altra battaglia che sarà portata avanti è quella per la Ss 640. “Abbiamo notato – ha affermato il primo cittadino – che la produzione industriale sul lavoro è rallentata tantissimo. Noi vogliamo essere garantiti dal ministero delle Infrastrutture e dall’Ars, ecco perché abbiamo inviato una nota all’Anas regionale affinché i lavori della via Borremans siano stralciati dall’appalto e realizzati immediatamente. Strada che rimarrà l’unico punto di accesso della città se non sarà completato il viadotto San Giuliano”.

Proseguirà anche l’azione intrapresa per spostare il Corso di laurea in medicina nell’ex ospedale di viale Regina Margherita. “Il Cefpas – ha affermato il sindaco – che è socio del Consorzio ha sfrattato il Corso di medicina. Il Comune, che è socio di maggioranza del Consorzio, si è impegnato a risolvere il problema individuando come sede la scuola, in centro storico, Capuana. Noi non consentiremo mai lo spostamento degli uffici dell’Asp nel vecchio ospedale, edificio che circa trent’anni fa fu interessato da una delibera comunale che prevede il vincolo per realizzare al suo interno i corsi della Facoltà di Medicina. Ricordiamo che il Comune ha fatto ricorso al Tar contro l’ordinanza di Musumeci. Riteniamo che vada rispettata la volontà politica del Consiglio comunale e comunque il Piano regolatore vigente prevede per quell’edificio l’istituzione universitaria”.

Questo nuovo anno vedrà finalmente anche lo sblocco dei concorsi già svoltisi con la pubblicazione definitiva, entro gennaio, delle graduatorie da parte delle Commissioni. L’Amministrazione comunale ha anche chiesto ai dirigenti lo sblocco delle progressioni orizzontali (Peo) e quelle verticali.

Il primo cittadino ha poi annunciato la volontà di ricandidarsi alle prossime elezioni amministrative per il secondo mandato. “Noi vogliamo continuare – ha ribadito Gambino – il governo della città. A questo punto dobbiamo dialogare con chi vuole costruire insieme a noi un percorso che abbiamo già tracciato. Porteremo avanti i temi intrapresi e sui temi ci andremo a confrontare. Maggioranze precostituite con partiti o altro non le accetterò mai: le maggioranze si costruiscono per il governo della città”.

Tag:

Articoli correlati

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001