Castellammare, in fumo macchia mediterranea - QdS

Castellammare, in fumo macchia mediterranea

redazione

Castellammare, in fumo macchia mediterranea

martedì 30 Giugno 2020 - 00:00
Castellammare, in fumo macchia mediterranea

Il sindaco Rizzo: “Altra gravissima ferita al nostro patrimonio naturale, sdegno e amarezza”. Giovedì si riunirà il centro operativo comunale allargato a Forze dell’ordine e Forestale

CASTELLAMMARE DEL GOLFO (TP) – Il sindaco di Castellammare del Golfo Nicolò Rizzo, interviene sul gravissimo incendio che tra sabato e domenica ha interessato monte Inici, la montagna che sovrasta Castellammare del Golfo mandando in fumo circa 500 ettari di macchia mediterranea ed alberi.

“L’incendio è divampato alle ore 14,50 circa di sabato 27 giugno da un campo di grano privato adiacente lo stradale Inici e interessando il demanio di monte Inici, precisamente le contrade Parchi, Circhiaro, Badia, fino ad arrivare alla vetta della montagna – spiegano il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore alla protezione civile Leonardo D’Angelo -.

“L’area bruciata – prosegue Rizzo – è di inestimabile valore paesaggistico ambientale: circa 500 ettari di macchia mediterranea ed alberi. Si tratta dell’ennesimo gesto vile di chi senza scrupoli crea un inestimabile danno di naturale ambientale, paesaggistica ed economica. Ringraziamo il corpo forestale, i vigili del fuoco, le associazioni di protezione civile, la croce rossa e quanti si sono impegnati lavorando alacremente sui luoghi per lo spegnimento dell’incendio, possibile anche con il supporto di due elicotteri ed un canadair, nonché per la successiva bonifica dei luoghi. Dal canto nostro intendiamo vigilare ancor più di quanto fatto fino ad ora perché gli interventi possano essere quanto più tempestivi possibile. Ed è stato subito convocato, prevedendolo giovedì mattina, il centro operativo comunale allargato alle forze dell’ordine e forestale”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684