Catania-Acireale 1-0, le pagelle dei rossazzurri

Al Catania basta un autogol, Acireale sconfitto: le pagelle dei rossazzurri

Web-al

Al Catania basta un autogol, Acireale sconfitto: le pagelle dei rossazzurri

Antonino Lo Re  |
domenica 27 Novembre 2022 - 16:45

La squadra di Ferraro si impone nel derby, ma che fatica battere i granata. Decisiva l'autorete di Guarino nel finale del primo tempo

Una vittoria di misura, tutt’altro che spettacolare, ma alla fine contano solo i tre punti. Il Catania batte l’Acireale al Massimino grazie all’autorete di Guarino al 46′ e mantiene a distanza il Lamezia.

Catania-Acireale, la partita

Prima occasione della gara all’11’ con Limonelli che riceve sulla sinistra, si accentra e calcia un siluro sul primo palo. Bethers risponde presente rifugiandosi in campo. Risposta del Catania al 24′ ma Vitale fallisce un rigore in movimento sparando alto sulla traversa. Al 35′ i rossazzurri riconquistano palla a centrocampo e ripartono velocemente: Sarno tenta il pallonetto dal limite, Giappone blocca senza problemi. Proprio allo scadere del primo tempo il Catania passa in vantaggio: è il minuto 46, cross di Rapisarda dalla destra, Guarino devia nella propria porta anticipando De Luca pronto a colpire. Nella ripresa i padroni di casa sfiorano il raddoppio, ma Sarao arriva con un pizzico di ritardo sul cross di Sarno. Il Catania ha più di una chances per siglare il 2-0 in contropiede, ma gli errori nell’ultimo passaggio sono troppi. L’Acireale dal canto suo prova pungere come può, il Catania riesce a reggere l’urto e a portare a casa altri tre punti pesanti nella corsa alla promozione in C.

CATANIA-ACIREALE 1-0: 46′ autogol Guarino

CATANIA (4-3-3): Bethers; Rapisarda, Castellini, Lorenzini, Boccia (76′ Forchignone); Rizzo, Lodi (66′ Palermo), Vitale; Sarno, Sarao (76′ Ferrara), De Luca (65′ Jefferson).

ACIREALE (4-3-1-2): Giappone; Medico, Brugaletta, Guarino, Cannino (60′ Tumminelli); João Pedro (71′ Palermo), Bucolo, Virgillito (59 Patanè); Limonelli (84′ Fratantonio); Savanarola, Arquin (82′ Coulibaly).

Le pagelle

Bethers 6 – Quando chiamato in causa ha risposto sempre con sicurezza. Nel primo tempo smanaccia il destro insidioso di Limonelli. Nella ripresa ordinaria amministrazione.

Rapisarda 6,5 – Dai suoi piedi parte il vantaggio rossazzurro: cross in mezzo che Guarino devia nella sua porta. Il campo pesante non lo aiuta nelle sue sgroppate sulla fascia.

Castellini 6,5 – In attacco l’Acireale dimostra di essere davvero poca cosa. Al fianco di un baluardo come Lorenzini, gioca con attenzione e sicurezza. Concreto e affidabile, Ferraro sa di poter contare su di lui.

Lorenzini 6,5 – Solita prestazione da gigante. Dalle sue parti non si passa: ad inizio ripresa provvidenziale il suo intervento su un giocatore granata che si stava auto lanciando verso la porta di Bethers.

Boccia 6 – Attento dietro, non si propone molto sulla corsia di sinistra. Gioca in ruolo non suo, ma nonostante ciò, fornisce il suo solido contributo: generosità, corsa e ripiegamenti.

Rizzo 6 – Nel primo tempo il Catania fatica a rendersi pericoloso e il numero 18 non si inserisce come vorrebbe. Prestazione più di quantità che di qualità.

Lodi 6 – Non è particolarmente ispirato quest’oggi. Aiuta in difesa fungendo da schermo, ma incide poco nella manovra offensiva. Nella ripresa Ferraro lo fa rifiatare, mettendo al suo posto Palermo.

Vitale 5,5 – Prestazione sottotono della mezzala rossazzurra. Nel primo tempo spreca un ghiotta occasione, poi si fa ammonire ingenuamente.

Sarno 6 – Cerca sempre di creare la superiorità numerica in attacco. La prestazione non è delle migliori, ma ci mette tanta volontà. Da 56′ Russotto 6,5 – Entra e crea subito pericoli sulla corsia di sinistra. Salta l’uomo con grande facilità. Perché non impiegarlo dal primo minuto?

Sarao 6 – Solita partita di grande sacrificio per il centravanti del Catania. Nella prima frazione fatica parecchio, nella ripresa mette sempre in apprensione la difesa ospite con il suo pressing. Sufficiente la sua prova.

De Luca 6,5 – Il più vivace della sua squadra nel primo tempo. “La Zanzara” prova a farsi vedere in più occasioni e al 46′ provoca l’autorete di Guarino che nel tentativo di anticiparlo ha insaccato nella propria porta. Dal 63′ Jefferson 6 – Al primo pallone giocabile scarica un sinistro che spegne di poco alto sopra la traversa.

Ferraro 6 – Il suo Catania non gioca una partita spettacolare, ma sa essere concreto quando serve. Considerato il potenziale della rosa è lecito aspettarsi qualcosa in più, soprattutto non lasciare in bilico una partita fino all’ultimo minuto.

Tag:

Articoli correlati

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001