Cinzia Pennino morta dopo vaccino, udienza rinviata - QdS

Cinzia Pennino morta dopo vaccino AstraZeneca, udienza preliminare rinviata al 4 maggio

web-sr

Cinzia Pennino morta dopo vaccino AstraZeneca, udienza preliminare rinviata al 4 maggio

Redazione  |
venerdì 14 Aprile 2023

Sarà incaricato un perito che dovrà occuparsi di verificare la possibile correlazione tra la morte di Cinzia Pennino e la somministrazione del vaccino.

Rinviata al prossimo 4 maggio l’udienza preliminare che vede imputato di omicidio colposo Vincenzo Fazio, il medico che somministrò il vaccino AstraZeneca a Cinzia Pennino, docente di Scienze della scuola Don Bosco deceduta all’età di 46 anni, il 28 marzo 2021.

La morte dell’insegnante avvenne a distanza di 17 giorni dall’inoculazione del vaccino contro il Coronavirus. Il rinvio è stato deciso per procedere all’assegnazione dell’incarico al perito che dovrà verificare la presunta correlazione tra il decesso dell’insegnante e la somministrazione della dose di vaccino.

Morte Cinzia Pennino, il consiglio inascoltato

La morte della donna sarebbe avvenuta per una trombosi. Secondo gli inquirenti, la docente avrebbe dovuto essere sottoposta all’inoculazione di un vaccino a vettore mRNA, come Moderna o Pfizer.

Cinzia Pennino era andata a farsi vaccinare una settimana prima, ma il medico di turno le aveva suggerito di sottoporsi all’inoculazione di un vaccino differente da AstraZeneca a causa delle sue condizioni di salute.

Il medico che si occupò successivamente della vaccinazione, tuttavia, non avrebbe prestato attenzione alla raccomandazione, somministrando quindi alla donna una dose di AstraZeneca.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001
Change privacy settings
Quotidiano di Sicilia usufruisce dei contributi di cui al D.lgs n. 70/2017