Collettore, a Ognina ancora tutto fermo. Lunedì decisivo vertice “sblocca-cantiere” - QdS

Collettore, a Ognina ancora tutto fermo. Lunedì decisivo vertice “sblocca-cantiere”

Desiree Miranda

Collettore, a Ognina ancora tutto fermo. Lunedì decisivo vertice “sblocca-cantiere”

sabato 14 Settembre 2019 - 04:00
Collettore, a Ognina ancora tutto fermo. Lunedì decisivo vertice “sblocca-cantiere”

Riunione finale con l’assessore regionale Falcone. Arcidiacono: dialogherò con i commercianti

CATANIA – C’è da aspettare fino a lunedì 16 settembre per avere la decisione definitiva su come saranno eseguiti i lavori per il collettore fognario in zona Ognina. A circa un anno di distanza dal primo tentativo, fallito, di scavare tra via Messina e piazza Mancini Battaglia – per passare la condotta che convoglierà i reflui dei comuni di Acicatena, Acireale, Acicastello e Catania al depuratore di Pantano d’Arci – e dopo tante riunioni, ci si prova di nuovo.

Lunedì abbiamo l’incontro con il commissario europeo, il responsabile unico del procedimento e il direttore dei lavori per la decisione definitiva. L’incontro è a palazzo dell’Esa e ci sarà anche l’assessore Marco Falcone”, annuncia l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Catania, Giuseppe Arcidiacono. Il problema è soprattutto quello di riuscire a coniugare le esigenze di tutti: cittadini, commercianti e impresa, ma fino ad oggi non è stato semplice.

L’assessore Arcidiacono, sostenendo le rimostranze dei commercianti di zona, ha spinto per un percorso alternativo, ma poiché questo cambio avrebbe richiesto tempi e burocrazia, l’impresa e il Genio civile che la coordina hanno sostenuto la tesi contraria, essendo il “primo” progetto già approvato in tutti i suoi passaggi.

E ora sembra proprio che a vincere sia l’ipotesi di non modificare nulla ma, come tiene a sottolineare Arcidiacono, “lo sapremo con certezza soltanto lunedì e siccome è passato un mesetto dall’ultima volta che ci siamo visti e sono stati fatti ulteriori accertamenti, non vorrei anticipare cose che poi possono essere smentite”.

L’assessore si dice disponibile a una soluzione fattiva alla luce dell’importanza strategica del progetto del collettore fognario, anche perché la Sicilia paga ogni giorno mille euro di multa all’Europa a causa degli sversamenti in mare dei liquami fognari, ma al contempo, dice: “Visti i risultati di altre esperienze, auspico che la viabilità non ne abbia nocumento”. Una speranza che probabilmente si infrangerà dal momento in cui, come afferma lo stesso assessore, “la zona ha un’alta densità di traffico con anche la presenza di scuole”.

In ogni caso, sebbene il traffico sarà comunque coinvolto, si sta pensando a una strategia che lo tenga in conto per cui i lavori si svolgeranno sottoterra e non in superficie. Alcuni fastidi saranno pressoché inevitabili in piazza Mancini Battaglia. “Ottimizzeremo la situazione”, rassicura Arcidiacono.

Per evitare disagi, l’assessore sperava di potere fare i lavori nel mese di agosto, ma l’opzione è ormai sfumata. “Il mese scorso poteva essere il periodo più adatto, tuttavia i tempi non sono dipesi da me e ormai non si può fare più”. Una volta conclusa la riunione e stabilite le modalità di esecuzione, per una durata di circa tre mesi, Arcidiacono vorrebbe far iniziare subito i lavori. Non senza prima avere sentito i commercianti. “Li ho già incontrati e lo farò di nuovo per concertare la situazione. Una volta finita la riunione, con le idee chiare, convocherò loro per dirgli qual è il progetto e come attrezzarci per evitare difficoltà”, conclude.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684