Confedilizia, “Sostegno agli affitti commerciali, occorre fare di più” - QdS

Confedilizia, “Sostegno agli affitti commerciali, occorre fare di più”

redazione

Confedilizia, “Sostegno agli affitti commerciali, occorre fare di più”

mercoledì 22 Luglio 2020 - 00:00

L'appello del presidente, Giorgio Spaziani Testa, “Due le strade da seguire, La prima è il potenziamento del credito d’imposta per le locazioni non abitative. La seconda è la riduzione della tassazione sugli immobili"

ROMA – “Gli appelli delle organizzazioni degli esercenti evidenziano una situazione di difficoltà che la proprietà immobiliare conosce perfettamente, vivendola dal punto di vista delle famiglie e delle imprese che danno in affitto i locali per lo svolgimento delle attività. Occorre allora agire subito per sostenere proprietari e inquilini in questa fase così critica, che per i primi è stata aggravata dal mancato rinvio del pagamento della prima rata dell’Imu. Ma va anche sostenuta la ripresa attraverso adeguati incentivi fiscali per gli anni a venire”. Lo afferma in una nota il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa.

“Le strade da seguire sono due e la sede per farlo è la manovra da venti miliardi annunciata per i primi giorni di agosto.
La prima misura urgente è il potenziamento del credito d’imposta per le locazioni non abitative previsto dal decreto rilancio, che riguarda tre mensilità di canone ma che dovrebbe essere perlomeno raddoppiato – aggiunge -. L’esperienza di questi primi mesi dopo la riapertura dimostra come la ripresa sia molto rallentata: proprietari ed esercenti hanno quindi bisogno di un ulteriore aiuto. Il secondo intervento indispensabile è quello che riguarda i prossimi anni”.

“È evidente a tutti che il livello esorbitante della tassazione sugli immobili non abitativi locati rappresenta un ostacolo decisivo allo sviluppo delle attività commerciali, artigianali, di ristorazione, turistiche. Non è più rinviabile, pertanto, una riduzione di questo peso, da attuarsi attraverso la cedolare secca sugli affitti per le persone fisiche e con un’analoga misura per le società immobiliari, oltre che mediante sgravi Imu. Lo abbiamo detto e lo ripetiamo: le attività economiche si salvano se si sostengono i rapporti di locazione sui quali si fondano”, conclude Spaziani Testa.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684