Coronavirus, Armao alla Conferenza delle Regioni, serve un'azione finanza, sulla Sicilia pesa un miliardo - QdS

Coronavirus, Armao alla Conferenza delle Regioni, serve un’azione finanza, sulla Sicilia pesa un miliardo

redazione web

Coronavirus, Armao alla Conferenza delle Regioni, serve un’azione finanza, sulla Sicilia pesa un miliardo

lunedì 06 Aprile 2020 - 16:06


“Le Regioni non posso operare in deficit essendo obbligate dalla normativa al pareggio di bilancio, questa circostanza, in mancanza di correttivi che rimuovano i contributi al risanamento della finanza pubblica e in un contesto di grave crisi finanziaria, si risolve inevitabilmente in un con concreto pregiudizio per i livelli di assistenza e delle prestazioni in presenza di situazioni straordinarie che determinano rilevanti ripercussioni sulla situazione finanziaria generale del Paese, come quelle conseguenti alla pandemia”. Lo scrive l’assessore regionale all’Economia, Gaetano Armao, in una lettera al coordinatore della commissione Affari finanziari della Conferenza delle Regioni, Davide Caparini. Il contributo per il risanamento della finanza pubblica a carico della Regione siciliana è di poco più di un miliardo di euro. Armao sollecita “una serrata interlocuzione con il ministero dell’Economia che consenta di chiarire non solo misure e oneri finanziari da assumere in questa cruciale fare per l’economia italiana, sin qui purtroppo elusa, ma anche le consequenziali determinazioni alle decisioni assunte a livello europeo sugli equilibri di bilancio”. E chiede al coordinatore “che la questione sia posta all’ordine del giorno della prima commissione affari finanziari utile al fine di richiedere allo Stato gli urgenti interventi previsti dalla normativa anche con riguardo alle Regioni”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684