Coronavirus, il Parlamento Europeo approva misure da 37,8 miliardi - QdS

Coronavirus, il Parlamento Europeo approva misure da 37,8 miliardi

redazione

Coronavirus, il Parlamento Europeo approva misure da 37,8 miliardi

venerdì 27 Marzo 2020 - 09:30
BRUXELLES (BELGIO) (ITALPRESS) – Via libera dal Parlamento Europeo, riunito in sessione plenaria a Bruxelles e con i gruppi collegati in videoconferenza, a tre proposte urgenti per affrontare l’emergenza coronavirus.
La prima e’ un’iniziativa d’investimento per canalizzare al piu’ presto 37 miliardi di euro dai fondi UE per i cittadini, le regioni e i Paesi piu’ colpiti dalla pandemia del coronavirus. I fondi saranno diretti ai sistemi sanitari, alle PMI, ai mercati del lavoro e alle altre parti vulnerabili delle economie degli Stati membri UE. La proposta e’ stata adottata con 683 voti favorevoli, 1 voto contrario e 4 astensioni.
La seconda prevede l’estensione del Fondo di solidarieta’ dell’UE per le emergenze sanitarie pubbliche. Le misure renderanno disponibili fino a 800 milioni di euro per i Paesi europei nel 2020. Le operazioni ammissibili al Fondo saranno estese, per includere il sostegno in una grave emergenza sanitaria pubblica, e sostenere l’assistenza medica, oltre a misure per prevenire, monitorare o controllare la diffusione di malattie. La proposta e’ stata adottata con 671 voti favorevoli, 3 contrari e 14 astensioni.
La terza misura e’ la sospensione temporanea delle norme UE sulle bande orarie (slot) negli aeroporti. Cio’ permettera’ alle compagnie aeree di non effettuare voli a vuoto durante la pandemia. Con la sospensione temporanea, le compagnie non saranno obbligate a utilizzare gli slot di decollo e atterraggio previsti, cosi’ da poterli mantenere nella prossima stagione. La regola “use it or lose it” sara’ quindi abolita per l’intera stagione estiva, dal 29 marzo al 24 ottobre 2020. La proposta e’ stata adottata con 686 voti favorevoli, 0 contrari e 2 astensioni.
Il Consiglio dei Ministri dell’Unione Europeo dovra’ ora approvare formalmente la posizione del Parlamento. Le misure adottate entreranno in vigore nei prossimi giorni, una volta pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell’Ue.
(ITALPRESS).

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684