Covid, esperti: "Utilizzare test anticorpi in fragili e anziani" - QdS

Covid, esperti: “Utilizzare test anticorpi in fragili e anziani”

web-j

Covid, esperti: “Utilizzare test anticorpi in fragili e anziani”

web-j |
giovedì 15 Luglio 2021 - 16:54

L'utilizzo dei test per la misurazione degli anticorpi è determinante, secondo gli esperti, per programmare al meglio una strategia anti-covid "personalizzata".

Promuovere l’utilizzo dei test per la misurazione degli
anticorpi anti-SarCov2 e degli anticorpi neutralizzanti nella platea dei
soggetti fragili e anziani al fine di poter meglio programmare una strategia
vaccinale anti-Covid ‘personalizzata’. È la posizione espressa dagli esperti Mario
Plebani
(Dipartimento di Medicina di Laboratorio dell’Università di
Padova), Giuseppe Banfi (Ordinario di Biochimica Clinica presso
l’Università Vita e Salute San Raffaele e direttore scientifico IRCCS Istituto
Ortopedico Galeazzi) e Giuseppe Lippi (Sezione di Biochimica Clinica,
Università di Verona) in uno statement pubblicato sulla rivista della Società
Italiana di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica
(SIBioC).

“Specialmente in alcune categorie di soggetti e
pazienti – spiegano gli esperti – l’analisi anticorpale dovrebbe essere
utilizzata per verificare la qualità della risposta immune e per guidare
successive decisioni cliniche e terapeutiche, finanche l’utilizzo di dosi
ulteriori di vaccino (boost) in soggetti in cui si risconti una modesta o
insufficiente risposta anticorpale alla dose consueta e raccomandata”. Per
una medicina di precisione e personalizzata, sottolineano, “una
valutazione del titolo di anticorpi neutralizzanti anti-SARS-CoV-2 consente di
razionalizzare la somministrazione delle dosi successive di vaccino, ad esempio
evitando la seconda dose, quando previsto, o riducendo il dosaggio mantenendo
inalterata l’efficacia nei pazienti che abbiano già sviluppato la cosiddetta
memoria immunologica”.

Inoltre, aggiungono, “lo studio degli anticorpi
specifici e dell’eventuale capacità delle nuove varianti di evadere almeno
parzialmente l’attività neutralizzante dei vaccini, rappresentano altri motivi
per suggerire una loro razionale utilizzazione, specialmente in categorie di
pazienti fragili e con possibile compromissione della risposta
immunitaria”.

Per questo, gli esperti sollecitano “le autorità
competenti a livello nazionale e regionale affinché sia possibile attivare nei
Centri di riferimento la valutazione degli anticorpi anti-SARS-CoV-2 con metodi
validati, da utilizzare nella valutazione della risposta immunitaria di
soggetti e pazienti fragili” e raccomandano che i Centri “attivino
modalità di condivisione dei risultati per armonizzare i criteri
interpretativi”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684