Covid, Ferragosto senza (troppe) feste e con il Green pass - QdS

Covid, Ferragosto senza (troppe) feste e con il Green pass

redazione web

Covid, Ferragosto senza (troppe) feste e con il Green pass

sabato 14 Agosto 2021 - 07:30

Per i controlli in tutt'Italia poliziotti in borghese e droni. Ordinanze comunali per vietare sagre, fuochi d'artificio e falò. Sicilia all'avanguardia nelle misure. Processioni e distanziamento

Rosso e verde. Sono i colori del Ferragosto di quest’anno in Italia: rosso per il caldo torrido di queste ore e verde per il Green pass che da alcuni giorni sta regolando una serie di attività.

La festa che in passato rappresentava il culmine della Bella stagione, anche nel 2021 deve fare i conti con la pandemia e il rischio contagi.

Scongiurare gli assembramenti

Una stretta è in arrivo, quindi, per scongiurare il rischio che si creino pericolosi assembramenti.

Addio, quindi, al classico falò in spiaggia, allo spettacolo dei fuochi d’artificio e alla sagre.

Sicilia all’avanguardia

Sono già tante le ordinanze comunali che vietano di recarsi in riva al mare la notte di domenica e in alcune zone, come a Ponza o San Felice Circeo dove già da settimane è stato disposto l’obbligo di mascherine anche all’aperto, i controlli saranno potenziati.

E anche la Sicilia, che registra il più alto numero di contagiati in Italia, è all’avanguardia nelle misure anti-Covid: dal 14 al 16 agosto i sindaci provvederanno a disporre l’obbligo di mascherine nei luoghi turistici particolarmente frequentati.

Poliziotti in borghese e droni

Le forze dell’ordine saranno impegnate, quindi, sia nelle località di mare ma anche nelle grandi città dove verranno impiegati anche droni.

Parte dell’attività sarà affidata anche a personale in borghese in modo da potere svolgere le verifiche in modo non invasivo soprattutto per quanto riguarda l’utilizzo del Green pass nelle zone della movida e dei locali: non si escludono controlli a campione.

Nella sola città di Roma saranno circa mille gli agenti in campo tra sabato e domenica. Sotto la lente nel weekend litorale, parchi, laghi e altre località della provincia come anche il centro storico. In questa prima fase le forze dell’ordine sono anche a disposizione degli esercenti per dare informazioni sulla modalità di verifica e chiarire i dubbi sulle modalità di verifica del certificato verde.

Distanziamento nelle processioni

Anche dal punto di vista religioso sarà una festa dell’Assunta diversa. Il giorno dedicato alla Madonna, infatti, viene celebrato in molte diocesi con delle processioni e per partecipare non è necessario il Green pass ma solo l’osservanza delle norme di distanziamento.

Ma alcune diocesi, come quella di Spoleto-Norcia, ha deciso che “non si terrà, per il secondo anno consecutivo, la tradizionale processione con la Santissima Icone dalla basilica di San Gregorio a quella cattedrale”.

Una processione si terrà invece nella vicina di Città di Castello così come a Grosseto e Fiumicino (Roma) sono in programma le suggestive processioni a mare.

La processione a mare a Catania

Anche a Catania, con le regole di distanziamento, si svolgerà la processione a mare dell’Assunta, nella zona della Plaia.

La diocesi di Cremona riprende, dopo lo stop dello scorso anno, la processione con la statua della Madonna sul Po chiedendo ai fedeli, che assisteranno all’evento dagli argini del fiume, di mantenere il distanziamento e indossare le mascherine.

Processioni dell’Assunta rinviate al 2022 a Modena, come anche sono state sospese in molti Comuni della Campania.

Boom per i musei

Chi sceglierà un 15 agosto all’insegna della cultura non resterà deluso. Gran parte dei musei e dei parchi archeologici statali resteranno aperti nel fine settimana. Sono oltre duecento i luoghi della cultura statali visitabili domani e domenica. Naturalmente sempre col Green Pass.

Il week end, comunque, non fermerà la campagna vaccinale che punta a consolidare i numeri soprattutto per la fascia compresa tra i 12 e i 19 anni.

Nell’ultima settimana in mezzo milione hanno completato il ciclo vaccinale e altri 275mila hanno fatto la prima dose.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684