Cultura, l’industria pulita che in Sicilia vale oro - QdS

Cultura, l’industria pulita che in Sicilia vale oro

redazione

Cultura, l’industria pulita che in Sicilia vale oro

martedì 13 Luglio 2021 - 00:00

Le Vie dei Tesori arriva in 60 borghi siciliani il 28, 29 agosto e 2, 3 settembre

Il 2021 sarà l’anno dei borghi silenziosi, degli artigiani dimenticati, dei mestieri ritrovati, dei sapori che sanno di casa; ma anche di tradizioni, di esperienze immersive, di un vivere lento che non vuole dire pigro, piuttosto a misura d’uomo e di natura.
Lo hanno già battezzato Slow Tourism e sta attirando l’attenzione sulle piccole comunità.

La Sicilia è già avanti: è nata infatti una nuova associazione di piccoli comuni uniti sotto l’egida della Fondazione Le Vie dei Tesori, che vogliono intraprendere azioni di rigenerazione, di ripopolamento, di sviluppo sostenibile. E ha preso corpo una prima esperienza pilota, a fine estate.

Due fine settimana, 28 e 29 agosto e 2 e 3 settembre: una sessantina di borghi – conosciuti e non, di montagna e sul mare, arroccati sotto i castelli o dimenticati nelle campagne, colmi di tesori d’arte o morbidamente green – apriranno i “gioielli di famiglia”.

Primo atto per ridare alle comunità contezza del valore delle loro risorse i giovani accoglieranno i visitatori offrendo visite, tour, esperienze.
Con il sostegno di IGT, Fondazione con Il Sud e Fondazione Sicilia.

Musumeci: “Il governo regionale in 3 anni ha speso 200 milioni in oltre 220 interventi di riqualificazione”

“Il governo regionale in tre anni ha speso circa 200 milioni di euro in oltre 220 interventi di riqualificazione. Con Terna e Enel sono stati sottoscritti investimenti per 550 milioni. Siamo intervenuti con 285 milioni su strade che, ricordo, sono di competenza delle ex Province. Ma, in assenza di interventi, la Regione non può certo stare a guardare. Dico questo, apprezzando il vostro bellissimo progetto, perché la scommessa che la buona politica deve giocare è rendere attraenti i borghi non solo per i visitatori ma per chi, in questi piccoli centri, vuole vivere tutto l’anno. Noi stiamo lavorando perché i borghi possano essere attrattivi anche e soprattutto per quei siciliani che hanno lasciano la nostra Isola ma che oggi vorrebbero tornare qui”.
Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, in occasione della presentazione dei “Borghi dei Tesori Fest” nell’ex Chiesa di Santa Maria dello Spasimo di Palermo.

“Approfittare del turismo perché possa diventare uno dei motori trainanti della nostra economia è il nostro obiettivo – ha aggiunto il presidente Musumeci -. Per questo dobbiamo fare rete, dire basta all’individualismo e programmare, fissare obiettivi, tempi e risorse. È l’abc della buona politica. Questa iniziativa parte con uno zaino pieno di futuro. Lavoreremo insieme – ha concluso il governatore – affinché i borghi non restino nella solitudine affollata da inerzia che purtroppo vivono molti sindaci siciliani per i quali è impossibile persino avvalersi di adeguate risorse umane e professionali per realizzare i progetti. La Regione è al loro fianco”.

Alla presentazione erano presenti tra gli altri, l’assessore ai Beni culturali e all’identità siciliana, Alberto Samonà, l’assessore alle Culture del Comune di Palermo Mario Zito, il presidente dell’associazione Borghi dei tesori Federico Maria Butera, la presidente de Le Vie dei Tesori Laura Anello e il cantautore siciliano Mario Incudine.

“I borghi sono il cuore della nostra storia e della nostra tradizione – ha evidenziato l’assessore Samonà – rappresentano il luogo dell’identità per eccellenza in tutta l’Italia. È da qui che dobbiamo ripartire se vogliamo costruire un futuro che rivitalizzi i territori della Sicilia, creando le migliori condizioni per rilanciare le economie locali. Il fascino di luoghi unici, di borghi medievali ancora poco conosciuti, è ciò che ha spinto alcuni paesi siciliani ad aggiudicarsi negli ultimi anni importanti riconoscimenti. Grazie a iniziative come quella della Fondazione Le Vie dei Tesori, ma anche a progetti come ‘I cantieri dell’Identità’, lanciato già la scorsa estate dall’assessorato dei Beni culturali, possiamo dire che il futuro è già presente”.

Arte, teatro e musica: la programmazione di eventi in partenza con l’estate a Castellammare del Golfo (Tp)

Il festival internazionale della danza, mostre di pittura, teatro, la Palermo Classica String Orchestra, i concerti di Fiorella Mannoia, Levante e Mario Biondi. Quindi il “Castellammare jazz meeting & festival” ed il Djoon experience, festival ufficiale del Djoon Club di Parigi. Spazio anche per il cabaret ed il tradizionale omaggio alla patrona, Maria Santissima del Soccorso, con la proiezione del film documentario sulla Madonna e un omaggio a Franco Battiato.
Eventi culturali ma anche spettacoli ed intrattenimento nella programmazione in avvio con il cartellone dell’estate castellammarese predisposto dall’assessorato al Turismo e Spettacoli retto da Maria Tesè, nell’amministrazione guidata dal sindaco Nicolò Rizzo.

“Invitiamo tutti a rispettare le regole perché la ripartenza deve essere in piena sicurezza. Lavorandoci già in inverno in auspicio di possibili riaperture, abbiamo condiviso in giunta un programma di qualità che punta su precisi eventi culturali. L’avvio con l’estate per prolungare la stagione fino a dicembre – dicono il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore Maria Tesè -: il riferimento è al festival internazionale della danza, al teatro ed ai concerti di musica classica ma anche al festival jazz e Djoon experience festival che non è solo musica, ma un insieme di esperienze con il patrocinio della Regione Siciliana, Federturismo, Confindustria, Stabilimento Florio delle Tonnare di Favignana e Formica e Politecnico di Torino. Accoglieremo grandi nomi del panorama musicale cioè Fiorella Mannoia, Levante e Mario Biondi. L’intrattenimento non manca con spettacoli di cabaret e i tradizionali festeggiamenti per la patrona Maria Santissima del Soccorso. Gli eventi sono previsti fino a dicembre e stiamo predisponendo un apposito sito web dove poterli consultare velocemente e facilmente poiché saranno aggiornati in tempo reale”.

Le manifestazioni sono previste tra l’arena delle rose e piazzale stenditoio che consentono maggiore presenza di pubblico garantendo il distanziamento ma anche in piazza Petrolo è in corso una mostra mercato che sarà visitabile fino a settembre mentre, fino al 17 luglio, nella sala del cinquecentenario di Corso Mattarella, la mostra personale di Andrea Cerqua ad ingresso libero. Il 17 luglio al castello di Baida, alle ore 18,30 – concludono il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore Maria Tesè- presentazione del plastico del castello di Baida a cura dell’associazione Kernos”.

Patti (Me) al via il 16 luglio la prima edizione di “Libero Teatro Festival”

PATTI (ME) – Sarà inaugurata il 16 luglio all’interno del Chiostro San Francesco di Patti (Messina), la prima edizione della rassegna Libero Teatro Festival, organizzata dalla Compagnia Teatrale Santina Porcino in collaborazione con la Rete Latitudini.

Gli organizzatori Francesco Natoli, Michelangelo Maria Zanghì e Christian Mobilia, hanno predisposto un ricco cartellone che si compone di 15 spettacoli e che si protrarrà fino al 21 agosto.

Il Libero Teatro Festival si divide in 3 sezioni: “teatro gourmet”, “bambini a teatro”, “teatro e birretta”.
Lo spettacolo che venerdì 16 luglio alle ore 21.00 aprirà la sezione teatro gourmet sarà Ogni bellissima cosa, di Macmillan e Donahoe, interpretato da Carlo De Ruggieri, volto noto per la sua partecipazione alla serie TV “Boris”.

Sono 4 in totale gli spettacoli che fanno parte del teatro gourmet e che saranno preceduti da una degustazione enogastronomica curata dallo chef Christian Mobilia.

Saranno, invece, nove gli spettacoli dedicati ai bambini e saranno messi in scena da storiche compagnie siciliane di teatro per ragazzi: Accademia Sarabanda, la Casa di Creta, Castello di Sancio e Nave Argo. Prima degli spettacoli ai piccoli spettatori verrà offerto un succo di frutta.

Infine, sono due gli eventi della sezione teatro e birretta, nei quali verrà inclusa nel prezzo del biglietto di 10€ una birra artigianale. Gli spettacoli andranno in scena il 20 e il 21 agosto e sono, rispettivamente, Un uomo maturo di e con Steve Cable ed Il Manifesto di Paolo Roberto Santo e interpretato da Francesco Bonaccorso.

Completano la rassegna della Compagnia Teatrale Santina Porcino due laboratori teatrali per professionisti condotti da Carullo/Minasi e Massimiliano Civica ed una mostra fotografica realizzata da Giuseppe Contarini.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x