Coronavirus, Ecdc, ridurre la quarantena nasconderebbe molti casi - QdS

Coronavirus, Ecdc, ridurre la quarantena nasconderebbe molti casi

redazione

Coronavirus, Ecdc, ridurre la quarantena nasconderebbe molti casi

sabato 12 Settembre 2020 - 00:04
Coronavirus, Ecdc, ridurre la quarantena nasconderebbe molti casi

La risposta del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie alla richiesta della Germania che ha chiesto di portare a dieci i giorni di isolamento. Per gli esperti non ci sono prove evidenti per garantire sicurezza, sfuggirebbe il 6% dei casi

La riduzione del periodo di quarantena da 14 a 10 giorni “comporterebbe una perdita di rilevamento dei casi sintomatici tra i contatti stretti dei casi confermati di circa il 6%”. È quanto afferma il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) in un documento, di risposta ad una richiesta specifica avanzata dalla Germania. La percentuale del 6%, aggiunge l’Ecdc, è “abbastanza ampia da avere rilevanza per la salute pubblica in uno scenario in cui il livello di esposizione è alto (come la quarantena dei contatti stretti)”.

Lo scorso 27 agosto la Germania aveva posto un quesito specifico, chiedendo se le evidente scientifiche supportassero una riduzione della quarantena da 14 a dieci giorni. La risposta degli esperti dell’Ecdc è arrivata 5 giorni dopo, il 1 settembre “Sulla base delle evidenze descritte di seguito – si legge nel documento – l’Ecdc ritiene che non vi siano prove sufficienti per supportare una diminuzione del periodo di incubazione del Covid 19 da 14 a dieci giorni. L’Ecdc continua a monitorare e riesaminare le prove non appena sono disponibili per garantire aggiornamenti tempestivi nelle sue valutazioni”. Allo stato delle conoscenze attuali, dice infatti il Centro europeo, una riduzione in questi termini determinerebbe appunto una perdita nel rilevamento dei casi quantificata attorno al 6%. La valutazione degli esperti, si legge ancora nel documento, si basa su cinque differenti studi che esaminano l’intervallo di tempo di incubazione del Covid 19 dopo l’esposizione all’infezione.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684