Esplosione in mercatino Gela, morta donna rimasta ustionata, gravi le condizioni di altri quattro - QdS

Esplosione in mercatino Gela, morta donna rimasta ustionata, gravi le condizioni di altri quattro

redazione

Esplosione in mercatino Gela, morta donna rimasta ustionata, gravi le condizioni di altri quattro

giovedì 13 Giugno 2019 - 14:09

E’ durata nove giorni l’agonia della casalinga gelese, Tiziana Nicastro, di 42 anni, madre di tre figli, rimasta gravemente ustionata nell’esplosione di una bombola di gpl avvenuta al mercato rionale di Via Madonna del Rosario, a Gela.

E’ la prima vittima tra le 16 persone rimaste ferite nell’incendio divampato dopo lo scoppio nel camioncino attrezzato per la vendita di polli allo spiedo e di patatine fritte. Il decesso è avvenuto stamani, alle 7,30,nel centro trapianti Ismett di Palermo dove era stata trasferita dal “Civico” per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute.

Soccorsa dopo la deflagrazione da ambulanti e avventori del mercato e trasportata con un’automobile privata nell’ospedale Vittorio Emanuele di Gela, la donna era stata subito trasferita in elicottero al centro grandi ustionati del “Civico” di Palermo. Le sue condizioni, già gravi al momento del ricovero, sono state definite disperate ieri perchè si erano notevolmente aggravate anche le funzioni respiratorie.

Nel pomeriggio, si era anche diffusa la falsa voce (poi smentita) della sua presunta morte. Nello scoppio della bombola, Tiziana Nicastro era stata investita dalle fiamme e dagli schizzi di olio bollente in varie parti del corpo per il 50% della superficie corporea. In prognosi riservata si trovano ricoverate ancora altre tre donne nell’ospedale “Cannizzaro” di Catania. Gravi anche le condizioni di un ragazzo di 14 anni, in cura al “Civico” di Palermo. Tutti gli altri sono stati dichiarati fuori pericolo.

La procura di Gela procede ora nei confronti del proprietario del furgone anche per l’ipotesi di reato di omicidio colposo.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684