Essere consapevoli - QdS

Essere consapevoli

Arena Maurizio

Essere consapevoli

giovedì 17 Settembre 2020 - 00:00
Essere consapevoli

Per avere consapevolezza di sé bisogna imparare ad avere cognizione delle nostre azioni

Per avere consapevolezza di sé bisogna imparare ad avere cognizione delle nostre azioni, delle loro conseguenze, del mondo intorno a noi, del presente, di quello che stiamo facendo, di conoscere e comprendere in piena coscienza un oggetto, un evento, una caratteristica, una persona, un’azione, un sentimento, una conseguenza.

Nella nozione di Sé, si distinguono due componenti l’Io e il Me. L’Io o soggetto consapevole, capace di riflettere su di sé e di conoscere ed intraprendere iniziative nei confronti della realtà esterna; rappresenta come noi ci vediamo in reazione alle opinioni sociali su di noi.

Il Me, è quanto del Sé è conosciuto dall’Io,il modo in cui mi vedo, dal punto di vista materiale (il corpo così com’è percepito), sociale (come il soggetto si vede nel rapporto con gli altri) e spirituale (pensare e riflettere su di sé); rappresenta il Sé sociale, come pensiamo di essere percepiti dagli altri.
Lo sviluppo del Sé è molto influenzato dalla relazione e dall’interazione con gli altri. Però che solo alcuni individui rilevanti, possono avere questa influenza, in particolare sarebbero le figure di attaccamento, genitori, parenti, insegnanti, pari, etc., ad avere un ruolo nel modificare i comportamenti, le attitudini e i pensieri dell’individuo.

Lo sviluppo del Sé ha inizio dalla percezione di Sé in relazione con gli altri significativi e con il mondo in generale. Allo sviluppo del Sé, contribuisce già dall’infanzia la relazione di attaccamento con i genitori.

Il concetto di Sé è strettamente legato all’autostima, al modo in cui ci valutiamo nelle diverse aree di vita. Considerando questi aspetti, possiamo considerare il Sé come una struttura legata all’autoconsapevolezza, che si basa sulle esperienze sociali e relazionali, sulla percezione di come siamo percepiti dagli altri e dal modo in cui ci prefiguriamo come potremmo apparire agli altri.

Consapevolezza di Sé vuol dire conoscere se stessi e saper identificare i propri punti di forza, le proprie aree deboli, il proprio modo di reagire di fronte alle situazioni, le proprie preferenze, in quali situazioni sto bene e in quali non mi sento a mio agio, i propri desideri, i propri bisogni, le proprie emozioni.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684