Etica, Equità Giustizia e Saggezza - QdS

Etica, Equità Giustizia e Saggezza

Carlo Alberto Tregua

Etica, Equità Giustizia e Saggezza

venerdì 05 Marzo 2021 - 00:00

Tutti sanno il significato della parola inglese news (notizie o novità). Ma forse non tutti sanno che nasce come un acronimo, e più precisamente indica i punti cardinali (North, Est, West, South). Perché facciamo questo riferimento agli stessi? Perché senza questi punti fermi e il possesso di una bussola mentale che ci orienti nella vita, finiamo per girare in tondo e a non combinare niente.
I quattro punti cardinali della nostra condotta sono: Etica, Equità, Giustizia e Saggezza. Sugli stessi sono stati scritti volumi e volumi, pensatori di ogni epoca hanno costruito teorie, dato indicazioni, formulato ipotesi e comunicato indirizzi. Pertanto il significato delle quattro parole non è uniforme perché deriva non solo dalle formulazioni indicate, ma anche dalle interpretazioni.
E, tuttavia, esse sono nitide e nessuno può girarci intorno per dedurne i relativi comportamenti di chi vuole onorare la propria vita. Senza il loro binario saremmo sfasati.

Una buona notizia è buona se è una notizia vera. è un modo di dire che ricalca la necessità di essere trasparenti. Però, mentre non bisogna dire menzogne, se non qualche volta a fin di bene (veramente), non sempre è opportuno dire eventi e fatti che si possono omettere per non ferire le persone o per non creare situazioni difficili.
Per cui le notizie e le informazioni, quando si decide di trasmetterle, debbono essere vere oppure non si devono trasmettere affatto.
La parola Etica fu introdotta da Aristotele per designare le sue trattazioni di filosofia della pratica, anche per distinguerla dal termine morale. è vero che il termine è più filosofico che corrente, tuttavia è stato preso a modello di un comportamento ineccepibile nella vita delle persone che non debbono deviare da quel binario tassativo, anche se dovessero subire conseguenze.
Non pretendiamo in un breve articolo di discettare sulla materia, non ne saremmo capaci. Tuttavia, ci sembra opportuno che un quotidiano come il nostro torni sui valori morali senza dei quali i comportamenti delle persone non sarebbero misurabili, anzi sarebbero censurabili.
Equità, è un altro valore essenziale nella vita delle persone. Non sempre la persona equa è anche giusta, come vedremo successivamente. Chi volesse mantenersi su quest’altro binario dovrebbe sempre tenere presente e bilanciare opposti interessi, diverse possibilità, in modo da mantenersi su una strada che non segua rigidamente il criterio di Giustizia, come vedremo dopo ma è temperata da umana e indulgente considerazione dei casi particolari cui la legge si deve applicare. Dunque, un valore più umano che legale, e proprio in questo ambito esso va considerato.
Giustizia ha tante accezioni: quella divina, quella umana, quella naturale e via elencando. Noi siamo abituati, per effetto della religione cristiana e di quanto scritto nei Libri del Sapere, a valutare la Giustizia del Creatore, anche per i fatti che accadono nella terra, dimenticando che, invece, una volta che ha stabilito le regole e distinto il bene dal male ha affidato al libero arbitrio individuale la scelta dell’uno o dell’altro.

E infine Saggezza. Questo valore non corrisponde a quello di Giustizia, perché quest’ultimo non è sempre equo, in quanto deriva dall’applicazione delle leggi che gli stessi uomini (fallaci e incompleti) formulano per regolare i rapporti tra le persone.
Però, non sempre poi il giudice che dovrebbe applicare la legge, ma che più spesso la interpreta, come si usa dire secondo scienza e coscienza, arriva a certe conclusioni condivisibili, come sarebbe opportuno e necessario.
Ecco perché la Saggezza, che è una virtù consistente nella capacità di moderare i desideri e soprattutto in un’equilibrata prudenza nel distinguere il bene dal male, non è comune alle persone.
Per acquisirla è sempre necessaria una continua lettura delle fonti e una successiva elaborazione anche in base alle interlocuzioni che ognuno di noi ha con gli altri.
Mentre la Sapienza riguarda la perfezione intellettuale, la Saggezza riguarda il comportamento morale e l’attività pratica.
Conoscere i quattro valori è importante, applicarli nella vita di ogni giorno, lo è ancora di più.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684