Fallimento ex Palermo calcio, accolto il ricorso di Macaione - QdS

Fallimento ex Palermo calcio, accolto il ricorso di Macaione

web-la

Fallimento ex Palermo calcio, accolto il ricorso di Macaione

web-la |
venerdì 04 Giugno 2021 - 17:42

L’ex vice presidente del U.s. Città di Palermo, Vincenzo Macaione “non ha violato i doveri di lealtà, probità e correttezza, non risulta aver partecipato all’adozione di atti gestionali della società antieconomici e che ne hanno comportato il dissesto, ma risulta, al contrario, che ha ripetutamente sollecitato gli interventi di ricapitalizzazione necessari al risanamento della società”.

Ad affermarlo è il Collegio di garanzia dello Sport che ieri sera ha depositato le motivazioni della sentenza emessa qualche settimana fa con cui è stato accolto il ricorso dei legali di Macaione. Il manager era stato citato nel procedimento disciplinare legato alla gestione del “vecchio” Palermo Calcio e al suo successivo fallimento. Macaione era assistito dall’avvocato tributarista Alessandro Dagnino e dall’avvocato Ambrogio Panzarella, rispettivamente managing partner e senior associate dello studio legale Lexia Avvocati.

La decisione è stata assunta da un collegio di cinque persone guidato da Franco Frattini (presidente) e composto da Dante D’Alessio (Relatore), Mario Sanino, Manuela Sinigoi e Massimo Zaccheo. Con la sentenza il collegio di garanzia del Coni, organo di giustizia di massimo grado nell’ordinamento sportivo, ha escluso ogni addebito anche per l’ex presidente Alessandro Albanese e per Jonh Michael Traecy. Il procedimento verteva sulle responsabilità per i danni provocati alla società sportiva. I soggetti coinvolti secondo le accuse della Procura sportiva, avrebbero cagionato un danno alla società attraverso alcune operazioni, quali l’acquisto di rami d’azienda finalizzati alla compensazione di debiti fiscali con crediti d’imposta inesistenti.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684