Favignana, polemica sui collegamenti marittimi - QdS

Favignana, polemica sui collegamenti marittimi

Pietro Vultaggio

Favignana, polemica sui collegamenti marittimi

mercoledì 13 Gennaio 2021 - 00:00
Favignana, polemica  sui collegamenti marittimi

Dopo svariati stop verificatisi nel 2020, continuano i disagi per i cittadini egadini. La compagnia Caronte&Tourist: “Le interruzioni hanno l’unico obiettivo di preservare la sicurezza pubblica”

FAVIGNANA (TP) – Il nuovo anno vede un duro botta e risposta tra il sindaco di Favignana, Francesco Forgione, e la compagnia ‘Caronte & Tourist’ che si occupa dei collegamenti marittimi con le Isole Minori. Il 2 gennaio ancora uno stop, l’amministrazione comunale non ci sta e vuole vederci chiaro. Il sindaco dell’Isola, Giuseppe Pagoto, chiede alle autorità competenti di controllare se quanto sta accadendo è regolare, considerati anche i requisiti previsti dal bando che, a suo tempo, per svariati milioni di euro, la suddetta società si è aggiudicato. Il dubbio esposto dal sindaco è se, al momento della corsa mattutina, il mare fosse realmente così agitato da impedire ogni collegamento.

“Il dato da tenere in considerazione è la tratta regolarmente effettuata dagli aliscafi la mattina del 2 gennaio – commenta Forgione. Quindi, o gli aliscafi hanno dei limiti operativi superiori a quelli delle navi, oppure le omesse corse dei traghetti sono da giustificare con altre ragioni che poco hanno a che vedere con le avverse condizioni meteomarine e, in questo caso, non si può escludere l’illegittima interruzione del pubblico servizio di linea. La sospetta interruzione dei collegamenti, oltre che la nave “Caronte” (linea Regionale), ha riguardato anche la nave ‘Simone Martini’ – continua. A questo punto, dato il ripetersi di simili situazioni e di disagi per la popolazione, è sempre più necessario un intervento di tutte le autorità competenti, al fine di verificare se le navi in servizio alle Egadi sono adeguate alla navigazione”.

La replica non si è fatta attendere: la compagnia e nello specifico i comandanti delle navi, viste le condizioni meteo-marine, hanno deciso di non correre rischi e stoppare le corse per le Egadi. Sarebbe dunque solo un fatto legato alla sicurezza.
“Dal momento che l’analisi di tutti i bollettini ha evidenziato la persistenza di condizioni meteo marine abbastanza avverse, i Comandi di bordo (tra l’altro Ufficiali, ovvero tra i più esperti conoscitori della tratta) hanno deciso, per motivi di sicurezza, di sopprimere le corse verso le Egadi – fa sapere la compagnia. Le navi utilizzate sono quelle storicamente in linea, che per le loro caratteristiche garantiscono al meglio il collegamento con la terraferma. Il raffronto, invece, tra navi e aliscafi è improprio poiché ci sono circostanze in cui un tipo di mezzo può operare e l’altro no e viceversa, motivo per il quale il servizio viene affidato a due tipologie diverse di mezzi nautici. Comprendiamo perfettamente – prosegue Caronte & Tourist Isole Minori – i disagi che gli abitanti delle Egadi e delle isole minori della Sicilia sono costretti a patire in caso di condizioni meteomarine avverse”. Abitare in un’isola nell’Isola, di certo, non è cosa semplice e non lo è mai stata, ma è impensabile che nel 2021 la tecnologia non sia in grado di far superare questi disservizi? La forza della natura è imprevedibile, ma è anche certo che il bando di assegnazione parla chiaro sull’affidamento dei collegamenti.

“Per quanto ci riguarda – concludono i vertici della compagnia marittima – stiamo facendo come sempre la nostra parte: abbiamo avviato da tempo l’iter per la costruzione di nuove navi, tecnologicamente all’avanguardia e specificamente progettate per affrontare anche situazioni critiche in spazi di ormeggio non ottimali, come purtroppo sono quelli di alcune isole minori”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684