Giarre, villa Garibaldi riapre le porte - QdS

Giarre, villa Garibaldi riapre le porte

redazione

Giarre, villa Garibaldi riapre le porte

giovedì 30 Luglio 2020 - 00:00

La villa Garibaldi è ritornata alla fruibilità da parte dei cittadini. Infatti con il sopralluogo effettuato alla presenza del sindaco Angelo D’Anna, dell’assessore Franco Di Rao, del responsabile dell’Utc Giuseppa Rita Leonardi, del direttore dei lavori Giuseppa Caldari e di altri funzionari dell’U.T.C. è stata constatato lo stato dell’Arte dei lavori e la relativa conclusione. Il progetto iniziale, redatto dal geom. Carmelo Torrisi dell’Ufficio Tecnico Comunale, dell’importo complessivo di euro 216.000,00 e finanziato dalla Regione – Assessorato Infrastrutture per una quota del 90% prevedeva il completo rifacimento della pavimentazione, per circa 500 mq, il ripristino funzionale della fontana artistica, l’implementazione dell’illuminazione, il rifacimento della bordatura delle aiuole, il ripristino delle panchine.

Nel corso dello svolgimento dei lavori, che si sono protratti per diverso tempo per intoppi burocratici e per il periodo di lockdonwn dovuto all’emergenza da Covid 19, sono stati effettuate alcune varianti, su indicazione della Soprintendenza ai BB.CC. di Catania, che hanno riguardato principalmente l’eliminazione della ringhiera presente sui tre lati della villa, la modifica del tipo di pavimento da porre nei vialetti, la modifica del tipo di illuminazione, lo smaltimento delle acque piovane.

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco che ha commentato: “Finalmente, dopo un lungo iter contraddistinto da più interruzioni dei lavori dettati da aspetti burocratici e anche dal fermo delle attività a seguito dell’emergenza Covid 19, riusciamo a riconsegnare ai cittadini la Villa Garibaldi che per la nostra comunità rappresenta un importante polmone verde del centro storico. Gli interventi eseguiti specie per la nuova pavimentazione e i corpi illuminanti danno un buon colpo d’occhio complessivo. Auspichiamo adesso che possa essere ben tenuta oltre che con interventi periodici di manutenzione anche attraverso un diffuso senso civico della cittadinanza; pertanto facciamo appello a tutti i fruitori di rispettarne il decoro e impedire, segnalando tempestivamente, eventuali atti di vandalismo o di utilizzo improprio dell’area”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684