Covid, Speranza, "Via Green pass e mascherine? Serve gradualità" - QdS

Covid, Speranza, “Via Green pass e mascherine? Serve gradualità”

web-mp

Covid, Speranza, “Via Green pass e mascherine? Serve gradualità”

web-mp |
mercoledì 23 Febbraio 2022 - 07:00

Il Ministro della Salute ribadisce: ", non possiamo far saltare in un solo momento tutte le precauzioni che ci hanno consentito di lasciare aperto mentre altri in Europa entravano in lockdown"

“Il Covid non scompare premendo il tasto off come se stessimo spegnendo la luce. Nei prossimi giorni continueremo a monitorare il quadro epidemiologico, ma i dati su contagi e ricoveri sono tutti in via di miglioramento. È chiaro che ci troviamo in una fase nuova, ma serve gradualità, non possiamo far saltare in un solo momento tutte le precauzioni che ci hanno consentito di lasciare aperto mentre altri in Europa entravano in lockdown”. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, in un colloquio con i giornalisti, facendo evidente riferimento al dibattito politico in corso sull’abolizione o meno del Green pass.

Speranza, “Dall’emergenza sanitaria al rafforzamento della nostra sanità pubblica”

“La pandemia – ha spiegato – ha reso evidenti almeno tre limiti della nostra sanità: il ritardo nel sapersi adeguare ai bisogni di una popolazione che invecchiando ha fatto esplodere le malattie croniche, il deficit digitale e una crescita delle diseguaglianze nell`accesso ai Lea, i livelli essenziali di assistenza, che sono su valori non adeguati al Sud. Ma ora abbiamo l`opportunità di trasformare la più dura emergenza sanitaria del dopoguerra in una grande opportunità di ammodernamento e rafforzamento della nostra sanità pubblica”.

Eliminare green pass, la decisione nelle prossime settimane

In ogni caso, circa lo stato di emergenza e le misure fin qui adottate per fronteggiare il Covid, “valuteremo nelle prossime settimane e poi decideremo, ma è chiaro – ha sottolineato Speranza – che l`obiettivo è quello di una progressiva uscita dall`emergenza”. Per il ministro “mentre continuiamo a combattere il virus, ora è il momento di alzare lo sguardo oltre l`emergenza”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684