Il Covid rallenta il turismo enogastronomico - QdS

Il Covid rallenta il turismo enogastronomico

redazione

Il Covid rallenta il turismo enogastronomico

venerdì 06 Novembre 2020 - 13:12
Il Covid rallenta il turismo enogastronomico

ROMA – Diminuiscono rispettivamente del 24% e del 22%, rispetto al periodo pre-pandemico, le visite guidate e degustazioni di vino negli spazi aziendali delle cantine, ma crescono con la pandemia altre esperienze da svolgersi all’aria aperta come picnic (+9%) e degustazioni di vino nei vigneti (+6%).

La tendenza emerge dall’indagine condotta dal Wine Tourism International Think Thank, comitato di esperti internazionali che vede Roberta Garibaldi, presidente dell’Associazione Italiana Turismo Enogastronomico, tra i promotori.


Lo studio, presentato nel corso di un webinar sulle prospettive dell’enoturismo durante la pandemia Covid-19, organizzato da Roberta Garibaldi e dall’agenzia di comunicazione Doc-Com, ha messo in luce che il calo delle visite guidate e degustazioni, nonostante rimangano le più offerte, è legato alla diminuzione del numero di dipendenti dedicati ai servizi turistici (da 3,4 a 2,8) conseguente alla crisi economica che ha colpito le aziende produttrici.

L’analisi di settore registra un aumento della vendita di vini attraverso lo shop aziendale (+4%). Il 22% delle vendite di proposte enoturistiche passa invece dai canali online. E’ segnalato che è “ancora poco sfruttato l’e-commerce sul portale delle aziende (non attraverso piattaforme di intermediari), che pesa solo il 13% in Italia.

“Il settore enoturistico – afferma Roberta Garibaldi – ha vissuto una ripresa durante i mesi estivi, a conferma della sua centralità nelle preferenze dei turisti, italiani e non.

I nuovi lockdown impongono un’importante e approfondita riflessione e per fronteggiare la crisi sarà fondamentale “rispondere e fornire soluzioni, garantire il sostegno economico da parte delle istituzioni e stimolare la digitalizzazione del settore”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684