Il porto di Trapani scalo crocieristico complementare a Palermo - QdS

Il porto di Trapani scalo crocieristico complementare a Palermo

Pietro Vultaggio

Il porto di Trapani scalo crocieristico complementare a Palermo

venerdì 12 Aprile 2019 - 00:00
Il porto di Trapani scalo crocieristico complementare a Palermo

Servirà a migliorare comfort passeggeri in attesa di prendere gli aliscafi per le Egadi
Il nuovo progetto “Trapani Fast Ferry Terminal” sarà pronto prima dell’estate

TRAPANI – Sarà pronto prima dell’estate, già nel mese di maggio, il nuovo Trapani Fast Ferry Terminal per i passeggeri che attendono di prendere gli aliscafi per le Egadi.

L’intervento prevede la collocazione del manufatto lungo la Banchina Dogana e la sostituzione di una porzione della pavimentazione preesistente per ulteriori 443,00 mq rispetto alla superficie occupata dal terminal che è di 685,78 mq. Gli interventi sono in corso di ultimazione. Sono già individuabili sui luoghi gli elementi strutturali fondanti e in elevazione.

Il principio generatore del progetto è stato quello di mantenere la massima trasparenza e continuità fisica e percettiva, a oggi esistente, tra il lungomare e il suo fronte cittadino. Il progetto, ormai di imminente ultimazione, si configura come un trilite che ospita al suo interno diverse funzioni, tra cui: una biglietteria al coperto con otto postazioni; una zona di sosta esterna al coperto con ampie sedute in legno; un bar con area all’aperto e una sala d’attesa climatizzata per circa 70 persone, con annessi servizi igienici.

L’obiettivo perseguito è quello di dare il massimo comfort agli utenti in transito verso le isole senza impattare sulla qualità paesaggistica dei luoghi. “La nostra attenzione – dichiara Pasqualino Monti, presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale – è molto alta come testimoniano l’intenso lavoro già iniziato e gli investimenti già deliberati per la necessaria manutenzione, l’adeguamento dei fondali, la riqualificazione della stazione marittima e il nuovo Fast Ferry Terminal. Il dragaggio del porto con il ripristino dei fondali – continua il presidente Monti – è entrato finalmente a pieno titolo nel PON Infrastrutture e Reti 2014/20 e sarà finanziato. Nel frattempo noi lavoriamo per rendere il progetto maturo e finanziabile, attraverso le caratterizzazioni già avviate. Tanta attività pone le basi perché il porto più occidentale della Sicilia diventi – conclude Pasqualino Monti – uno scalo crocieristico complementare a Palermo, con l’ulteriore possibilità di specializzarsi in porto contenitori, disponendo di una vasta area alle spalle da destinare a tale funzione”.

Pietro Vultaggio

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684