In Sicilia “Laghetti collinari” contro la crisi idrica - QdS

In Sicilia “Laghetti collinari” contro la crisi idrica

redazione

In Sicilia “Laghetti collinari” contro la crisi idrica

venerdì 21 Febbraio 2020 - 00:00

PALERMO – Per fronteggiare gli effetti combinati dell’aumento delle temperature e la riduzione delle precipitazioni con un incremento della domanda irrigua e di conseguenza un aumento del deficit idrico, in Sicilia saranno realizzati ‘laghetti collinari’ che, in base alla legge, non dovranno superare i 15 metri di altezza e con un invaso non superiore a un milione di metri cubi (cosiddetti piccole dighe)’. A suggerire al governo Musumeci questa strategia, apprezzata dalla giunta con una apposita delibera, sono stati il segretario generale dell’Autorità di bacino Francesco Greco ed il dirigente generale del Dipartimento regionale dell’Agricoltura, Dario Cartabellotta. Nella relazione i due dirigenti evidenziano che secondo la ‘Strategia europea” “occorre mettere in atto un approccio strategico tra i vari settori e livelli di governo, per affrontare adeguatamente le conseguenze degli impatti dei cambiamenti climatici”.

“I cambiamenti climatici condizionano l’agricoltura e l’allevamento in Europa in vari modi e – si legge nella relazione – le condizioni meteorologiche e climatiche influiscono sulla disponibilità di acqua necessaria per l’irrigazione, sul bestiame, sulle pratiche di irrigazione, sulla trasformazione di prodotti agricoli e sulle condizioni di trasporto e conservazione”.

Inoltre “gli effetti combinati dell’aumento delle temperature e la riduzione delle precipitazioni determineranno un incremento della domanda irrigua contribuendo ad accrescere il deficit idrico; in generale le colture risentiranno dell’incremento di temperatura riducendo la lunghezza di biomassa e minore resa, in particolare le colture a ciclo primaverile – estivo e quelle non irrigate, le colture arboree, come vite e olivo”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684